Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » La Novità di Mercato » La nuova scommessa di Nastro Azzurro: produrre musica elettronica da ingredienti naturali

La Novità di Mercato

La nuova scommessa di Nastro Azzurro: produrre musica elettronica da ingredienti naturali

Per il lancio della sua nuova piattaforma digitale “Ti Porta Lontano”, Nastro Azzurro presenta un progetto sperimentale pensato per dimostrare come dalle giuste connessioni tra talenti si possano creare prodotti all’insegna dell’innovazione e della qualità. The Sound Brewery è una conceptual sound machine interamente costruita a mano, creata per generare loop sonori basati su input organici. Gli stessi ingredienti usati nel processo produttivo della birra - Luppolo, malto, mais Nostrano e acqua - mixati ad una altissima dose di tecnologia diventano in questa occasione gli ingredienti base per fare musica, e parte dell’interfaccia dello strumento che li produce.

Realizzata a Londra dalla collaborazione di tre giovani producer italiani di talento - gli Awhyl - e due interactive designer britannici, la sound machine trasforma gli ingredienti in suono attraverso dei lettori laser che ne interpretano la texture e la consistenza traducendola in dati audio, oltre ad applicare una serie di filtri con cui manipolare il suono precedentemente generato. L’interazione è completamente manuale e avviene principalmente tramite un liquid touch screen alimentato ad acqua, con cui il dj può regolare la posizione del lettore ottico e modulare il suono a sua discrezione. Con tutti i campioni elaborati durante l’esperimento, gli Awhyl hanno dato vita al loro primo EP, in parte già disponibile online.

Il progetto è solo il primo di una serie di “call for ideas” che si vedranno realizzate grazie a Nastro Azzurro, che anche quest’anno sostiene il talento dei giovani italiani attraverso una piattaforma che rilascia bandi di concorso in 7 diverse aree di applicazione: innovazione sostenibile, musica, moda, media, fotografia, food e bartendering. Ogni partecipante potrà avvalersi della collaborazione di realtà autorevoli come ad esempio Impact Hub, Vogue e Milano Film Festival che possano supportarlo nel trasformare un’idea in qualcosa di tangibile.

 

in data:25/05/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”