Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • Ogni 100 euro per la spesa, quasi 10 destinati a prodotti ittici

    A rilevarlo sono recenti studi condotti dall’Istat ufficializzati nel corso della Prima Convention di Assoittica

    30/10/2018 18:10

    Per cento euro di spesa, quasi 10 sono destinati a prodotti ittici. A rilevarlo sono recenti studi condotti dall’Istat ufficializzati nel corso della Prima Convention di Assoittica, associazione nazionale delle aziende ittiche, rappresenta oltre 100 aziende italiane operanti, in tutto o in parte, all’interno del comparto ittico nazionale. Da un punto di vista strettamente numerico la percentuale della spesa destinata dalle famiglie italiane all’acquisto di generi alimentari è dedicata ai prodotti ittici è del 9,5%

  • Italiani "Fish Lovers": volano i consumi dei prodotti ittici "sotto zero"

    Nel comparto i consumatori prediligono il ‘pesce al naturale’ (+7% nel 2017), seguito da ‘mollame e crostacei’ (+6,7%),

    17/10/2018 16:17

    Si mangia sempre più pesce in Italia: nel 2017, ne abbiamo consumato complessivamente oltre 28 kg a testa ponendo il Paese al di sopra della media nella classifica europea e mondiale del consumo di prodotti ittici. Secondo i dati Ismea, lo mangiamo soprattutto fresco e decongelato, ma 1 volta su 5 lo scegliamo surgelato (17% dei consumi). Un trend, questo, che si attesta in continua crescita. L’Istituto Italiano Alimenti Surgelati (Iias) – ricorda che nel 2017 ne sono state consumate 113.400 tonnellate, con un aumento del +5% rispetto all’anno precedente. Insomma, gli italiani amano il pesce, indipendentemente che sia fresco o surgelato, e iniziano a mangiarlo già in tenera età

  • Glutine e lattosio: ingredienti evitati dal 74 per cento degli italiani

    A segnalarlo è l’Osservatorio Ixè. E' di 320 milioni di euro l’anno la cifra spesa dai connazionali per l’acquisto di cibi "senza"

    14/10/2018 12:38

    E’ alta la percentuale degli italiani sceglie cibi che riportano in etichetta la dicitura “senza…”: senza lattosio e glutine, senza conservanti e coloranti, senza Ogm, ma anche senza zucchero e sale. Per l’Osservatorio Ixè la preferenza è al 74%. In particolare il 45% predilige l’assenza dei conservanti, il 43% dei coloranti, il 38% cerca l’assenza degli Ogm, mentre la percentuale di persone che cercano alimenti senza glutine e senza lattosio arriva al 31%. Sono principalmente le donne a porre particolare attenzione alle materie acquistate, ma sono i più giovani (18-34 anni) e i giovani adulti (35-44) a rivelarsi dei veri cultori dei cibi “senza…”

  • Spesa alimentare: nella top ten degli acquisti la pasta è solo ultima

    La classifica è redatta da Ismea con il rapporto sulla competitività dell’agroalimentare italiano. Ammonta a 160 miliardi di euro la spesa per l'alimentazione nel 2017

    25/07/2018 16:51

    Ufficializzata da Ismea la top ten dei prodotti maggiormente acquistati nel 2017 dagli italiani. Sul podio troviamo l’ortofrutta fresca con un peso sulla spesa del 13,4%, le carni fresche (9,5%) e i formaggi (8,4%). A seguire salumi, ortofrutta trasformata, pesce, vino, latte, acqua in bottiglia e solo all’ultimo posto della top 10 la pasta. Ammonta invece a 160 miliardi di euro la spesa che gli italiani hanno destinato nel 2017 all’alimentazione e alle bevande sia a casa sia fuori dalle mura domestiche

  • Dal carrello al frigo, i consigli per la sicurezza

    Food Packaging Materials di Csi ricorda che tutti gli alimenti devono essere controllati durante l'intera filiera alimentare ma che, quando arriva sui banconi del supermercato, non vuol dire che il rischio di contaminazione sia nullo

    09/07/2018 18:00

    Dopo le uova contaminate con l'insetticida Fipronil, l'insalata con sospetto contagio di salmonella o il più recente caso dell'acqua in bottiglia con un'alta concentrazione di idrocarburi aromatici, il dubbio che gli alimenti che quotidianamente portiamo in tavola siano salubri è lecito. Secondo i dati del ministero della Salute del 2016, la percentuale di irregolarità emersa da un'analisi effettuata su 6785 campioni ortofrutticoli è pari allo 0.9%, in diminuzione rispetto all'anno precedente (1,4%).

  • Olio: italiani fedeli all'extravergine

    A dimostrarlo è Federolio tramite un'indagine Doxa. Dallo studio risulta essere di gran lunga il più utilizzato dagli interpellati del campione

    02/07/2018 12:31

    Gli italiani, nonostante il basso costo presente nei supermercati con extravergine miscelato di dubbia provenienza spacciato per vero made in Italy, continuano a scegliere la qualità. A dimostrarlo è una ricerca Doxa commissionata da Federolio per approfondire il rapporto tra gli italiani e l’olio d’oliva. L’olio extravergine d’oliva è risultato di gran lunga il più utilizzato (85% del campione), sia perché è l’olio migliore da utilizzare (36%) e perché un olio di qualità (27%) ma anche perché fa bene alla salute (18%). L’indagine ha mostrato anche una variabilità nel costo per l’acquisto con il 39% degli italiani che mediamente spende meno di 6 euro al litro, il 48% che spende da 6 a 10 euro ed il restante 13% che va oltre i 10 euro.

  • TheFork Summer, al via l' iniziativa estiva che permette di scoprire nuovi ristoranti salvando il portafoglio

    08/06/2018 13:09

    TheFork - sito e app per Android e iOS che permette di cercare e prenotare migliaia di ristoranti online - si prepara all’estate. La stagione, infatti, vedrà il lancio di due iniziative che hanno l’obiettivo di moltiplicare i vantaggi per utenti e ristoranti. Da una lato torna “TheFork Summer: vai al ristorante e paghi la metà”. Si tratta- si legge in una nota- della consueta stagione di sconti estivi che TheFork propone con successo dal 2015. A partire dal 10 giugno sarà possibile prenotare coperti scontati del 50%

  • Gli italiani si scoprono “seafood lovers”. Il Paese è tra i primi consumatori di prodotti ittici

    Il trend emerge dalla ricerca di Marine Stewardship Council sulle abitudini, percezioni, motivazioni nell’acquisto di pesce

    08/06/2018 12:24

    Il 95% degli italiani sono consumatori abituali, soprattutto al Sud e nelle Isole (97%) seguiti da Nord Est e Centro (entrambi 94%) e Nord Ovest (93%). Il 44% dei consumatori possono invece essere identificati come “seafood lovers” ponendo il Paese ai primi posti come percentuale di appassionati di prodotti ittici, seguiti da Francia e Svezia e ben distanti dalla media globale (34% seafood lovers). E’ quanto emerge dalla ricerca di Marine Stewardship Council realizata in collaborazione con GlobeScan all’inizio del 2018 sui consumatori di prodotti ittici investigando alcuni temi fondamentali: abitudini, percezioni, motivazioni nell’acquisto e sensibilità verso la sostenibilità.

  • Colazione intoccabile per la maggioranza degli italiani

    Per il 93 per cento dei connazionali è un'abitudine quotidiana secondo un'indagine Alpro\Doxa realizzata mediante interviste online

    07/06/2018 10:42

    Per quasi il 100 per cento degli italiani è intoccabile nonostante i tempi di vita e di lavoro sempre più incalzanti ed impegnativi. La conferma arriva con una ricerca di mercato dell’azienda Alpro in collaborazione con Doxa mediante interviste online su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana adulta tra i18 e i 70 anni. Dall’analisi emerge che per il 93 per cento è un’abitudine quotidiana. Nel dettaglio il 74% consuma prodotti a base vegetale per la colazione (il 34% abitualmente, il 40% occasionalmente). Viene inoltre segnalato che il 43% degli italiani che consuma abitualmente un prodotto vegetale durante la colazione quotidiana preferisce integrare alternative vegetali allo yogurt, mentre il 31% sceglie la bevanda alla soia.

  • Consumi: 150 miliardi di caffè nel mondo si bevono dal distributore automatico

    Nel 2017 in Italia i distributori hanno dispensato 2 miliardi e 768 milioni di caffè (+0,59%), per un fatturato di 884 milioni di euro, secondo le rilevazioni dell'annuale studio di settore realizzato da Accenture

    06/06/2018 16:39

    Al distributore automatico si consuma ormai l'11% del caffè prodotto a livello globale pari a circa 150 miliardi di consumazioni erogate attraverso le cosiddette 'vending machine'. A rilevare il trend è Confida (Associazione italiana distribuzione automatica) nella cornice di Venditalia, manifestazione mondiale del settore che si tiene a fieramilanocity fino a sabato 9 giugno. Nel 2017 in Italia i distributori hanno dispensato 2 miliardi e 768 milioni di caffè (+0,59%), per un fatturato di 884 milioni di euro, secondo le rilevazioni dell'annuale studio di settore realizzato da Accenture.

Pagina 1 di 81

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo

AgroSpeciali