Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Unione Europea » “Novel foods”, arriva l'ok del Consiglio Ue

Unione Europea

“Novel foods”, arriva l'ok del Consiglio Ue

Arriva il benestare del Consiglio dell’Unione europea alle nuove regole per facilitare e accelerare l'autorizzazione dei “novel foods” sul mercato europeo.  Sul tavolo dell’iter normativo alghe, insetti, semi di chia, nuovi coloranti, alimenti prodotti in laboratorio con nanomateriali, che non erano diffusi sul mercato dell'Unione prima del 1997 e prevedono un nuovo processo di produzione. Ora dopo il via libera da parte degli Stati membri, che segue quella dell'Europarlamento del 28 ottobre scorso, la normativa entrera' in vigore dopo 20 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale Ue, poi sara' applicabile dopo due anni.

La nuova procedura di autorizzazione, sempre soggetta al parere dell'Autorità per la sicurezza alimentare (Efsa), dovrebbe durare in media circa 18 mesi, contro i tre anni necessari con le vecchie regole. Il passaggio ad una decisione europea consentirà un'autorizzazione generica, che eviterà ad altri produttori dello stesso alimento di sottoporre una nuova domanda. Attualmente i 'nuovi cibi' vengono autorizzati solo a livello nazionale e sono validi solo per il richiedente.

Ti potrebbe anche interessare

"Novel food", via libera di Strasburgo

in data:11/11/2015

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”