Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » La Novità di Mercato » Amo Essere Biologico

La Novità di Mercato

Amo Essere Biologico

Solo prodotti provenienti da agricoltura biologica per la salvaguardia delle risorse naturali, della biodiversità e dell’utilizzo di pratiche ambientali sostenibili: finalmente è arrivata la nuova linea Amo Essere Biologico da Eurospin. Una serie di specialità, dai cereali alla pasta, dalle uova ai prodotti da forno, dal latte agli yogurt, certificate secondo le norme europee e prodotte nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, per chi vuole prendersi cura di sé quotidianamente, responsabilmente e in modo conveniente. Ma qualche delucidazione sul concetto di biologico, termine abusato e distrattato negli ultimi anni è d'obbligo.

Biologico non significa solo evitare pesticidi chimici o culture Ogm nella coltivazione delle materie prime ma anche essere in armonia con la natura, trovare il giusto equilibrio con sè stessi e le proprie necessità, rispettare il nostro mondo e preservarlo per chi verrà dopo di noi. Per testimoniare in modo adeguato il progetto sono stati scelti esperti di settore come Maurizio Rosazza Prin, chef, Simona Falasca, green blogger, Manuela Mapelli, nutrizionista e Roberto Nava, personal trainer. 

Ma conosciamoli da vicino: Maurizio è medaglia d'argento alla seconda edizione di Masterchef Italia e volto di Gambero Rosso Channel, un vero e proprio artista dei fornelli: ha dato vita a Chissenefood, la piattaforma digitale per vivere la cucina in modo più creativo, non solo attraverso i piatti. Molti leggono il blog di Simona, greenMe.it, punto di riferimento per chiunque voglia saperne di più su ambiente e sostenibilità, o solo per un utilissimo consiglio in cucina, come nonna comanda. Ecco la ricetta che consiglia. Se siete amanti delle barrette energetiche come snack light da consumare a merenda, potreste provare a realizzarle da soli a partire da semi, frutta secca e frutta disidratata o, per velocizzare il tutto, dal muesli di frutta che utilizzate a colazione, possibilmente biologico in modo da evitare pesticidi e fitofarmaci. 

Ingredienti: 350 g di muesli croccante alla frutta; 2 cucchiai di miele sciolto a bagnomaria (oppure se seguite una dieta vegan sciroppo di agave); 6 cucchiai di olio extra vergine di oliva bio (oppure di burro di arachidi); 3 cucchiai di confettura biologica a scelta. Preparazione Scaldate il forno a 180° e oliate una teglia o rivestitela con un foglio di carta da forno. Nel frattempo versate in una padella líolio, il miele e la marmellata e scaldate a fuoco medio fintanto che gli ingredienti non si siano tutti ben amalgamati. Portate il composto ad ebollizione e mescolate bene per altri 5 minuti. Quando avr‡ raggiunto una consistenza bella densa, togliete il composto dal fuoco e versatelo in una terrina capiente insieme al muesli, mescolando vigorosamente. Travasate il tutto nella teglia da forno premendo con un cucchiaio o un mattarello per appiattire il preparato. Infornate per 20 minuti fino a doratura ottimale. Lasciate raffreddare e tagliate a quadratini o in rettangoli per formare le singole barrette che potranno essere conservate in un contenitore ermetico. 

Invece Manuela Mapelli è specializzata in Disturbi del Comportamento Alimentare all'Ospedale San Raffaele Turro a Milano, riferimento della corretta alimentazione nelle trasmissioni Tv e nei suoi seguitissimi profili social, regala la sua esperienza medica ai prodotti. Infine Roberto Nava ci consiglia sull'assunzione e sugli esercizi per gestirne l'apporto calorico.

 

Buzzoole

in data:02/10/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo