Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Salute e Alimentazione » Dagli allevamenti bolognesi il clone della carne Wagyu Kobe

Salute e Alimentazione

Dagli allevamenti bolognesi il clone della carne Wagyu Kobe

Il progetto è della Facoltà di Veterinaria dell'Università di Bologna

Sarà in commercio in Italia a partire dalle prossime settimane una carne simile a quella giapponese del tipo Wagyu Kobe. La carne, dal sapore gustoso, morbido e anti-colesterolo, arriverà dagli allevamenti bolognesi. Il progetto è della Facoltà di Veterinaria dell'Università di Bologna e la carne sarà prodotta dalla Lem Carni, un' azienda di Toscanella di Dozza, che da anni gestisce la stalla accademica di Veterinaria.


In Giappone la carne Wagyu (dalla varietà dell'animale) viene ottenuta con un'alimentazione a base di cereali, barbabietole e patate e una razione quotidiana di birra. I bovini inoltre vengono massaggiati a mano con un guanto di crine in modo che il grasso si distribuisca all'interno del muscolo anzichè restare in superficie. Viene realizzato così un prodotto di alta qualità, con pochi grassi saturi e molti polinsaturi il che - secondo i nutrizionisti - non concorre all'aumento del colesterolo.

Il prodotto giapponese, che pure viene importato in Italia, ha però costi proibitivi, fino a mille euro al chilo. Anche la carne tipo Kobe made in Toscanella di Dozza sarà cara (circa il triplo della Chianina) ma comunque accessibile a un mercato di nicchia come alta ristorazione, alberghi di lusso, negozi di alta gastronomia. Per ora si potrà trovare nel punto vendita della Lem, a Toscanella, e in macellerie eccellenti di Roma e di Napoli, ma presto saranno interessate anche altre città.


A questo va aggiunto che anche gli animali bolognesi vengono vezzeggiati, non dal guanto di crine ma da una macchina massaggiatrice ideata dal presidente della Lem Carni, costruita da un ingegnere e poi brevettata dall'azienda.

in data:02/10/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno