Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Salute e Alimentazione » Dalle mandorle uno snack alleato della linea

Salute e Alimentazione

Dalle mandorle uno snack alleato della linea

Il conto alla rovescia per l’inizio dell’estate è cominciato. Mentre tutti sono impazienti di tornare in spiaggia, è anche l’ora di rispolverare i costumi da bagno preferiti, con tutte le ansie che questo spesso comporta. Questo è il periodo dell’anno in cui si intraprendono delle diete fai-da-te, si riprende a correre o ad allenarsi, magari con metodi “artigianali”, senza la dovuta preparazione e senza sapere a cosa andiamo davvero incontro. Nella lotta per perdere qualche chilo di troppo, molti decidono di ridurre o rinunciare del tutto agli spuntini tra i pasti, ignari del fatto che questo potrebbe portare al fisico più danni che benefici.

Scegliere snack salutari, ricchi di nutrienti e proteine, costituisce invece la scelta migliore: in questo possono venirci in aiuto le mandorle. Avere a portata di mano il giusto spuntino può, infatti, aiutare a seguire una dieta sana e bilanciata e mantenere il benessere. Le mandorle contengono 15 nutrienti essenziali, tra i quali fibre e proteine vegetali, particolarmente utili a supportarci tra un pasto e l’altro. Questo le rende lo snack perfetto per una pausa di mezza mattinata e per lo spuntino del pomeriggio. A confermarlo uno studio pubblicato sullo European Journal of Clinical Nutrition, che ha evidenziato come consumare mandorle (42g) tra la colazione e il pranzo ha aiutato i partecipanti a controllare l’appetito e a ridurre l’apporto calorico dei pasti successivi, rispetto a chi non ha fatto alcuno spuntino. Ulteriori studi hanno, inoltre, mostrato come fare una pausa con le mandorle possa contribuire a ridurre la massa grassa. Consumati in sostituzione di uno snack ad alto contenuto di carboidrati e con lo stesso numero di calorie, 42g di mandorle al giorno, nell’ambito di una dieta per contenere il colesterolo, contribuirebbero a ridurre il grasso addominale e a migliorare i livelli di colesterolo[2].

Una manciata di mandorle (circa 23 mandorle o 28g) fornisce il 60% della RDA di Vitamina E, un antiossidante che aiuta a proteggere le nostre cellule dallo stress ossidativo causato dall’inquinamento, i raggi UV, il fumo di sigarette e altri fattori ambientali.

in data:12/06/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo