Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Emilia Romagna, bando da oltre 2,7 milioni per difendere frutteti da cimice asiatica

Regioni

Emilia Romagna, bando da oltre 2,7 milioni per difendere frutteti da cimice asiatica

Prosegue in Emilia-Romagna la lotta alla cimice asiatica (Halyomorpha Halys), l'insetto in grado di provocare ingenti danni agli alberi da frutto - in particolare pero, kiwi, melo e pesco - tanto da costituire una pesante minaccia per l'intero settore produttivo frutticolo. La Regione investe oltre 2,7 milioni di euro (2.753.827) per azioni di prevenzione attraverso un bando che resterà aperto dal 10 gennaio al 15 marzo 2019. In particolare, sugli impianti frutticoli, l'obiettivo è favorire la chiusura laterale con reti antinsetto - che risulta ad oggi essere il mezzo di prevenzione più indicato per cercare di limitare i danni - degli impianti di copertura antigrandine già esistenti.

"E' un altro importante tassello - spiega l'assessore regionale all'Agricoltura, Simona Caselli - che mettiamo in campo per contenere la diffusione e limitare i danni provocati dalla cimice asiatica, cercando di salvaguardare gli equilibri biologici dei diversi agroecosistemi del nostro territorio. Come avevo annunciato, questo nuovo bando del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, che segue quello del 2017 per 10 milioni di euro, è stato predisposto raccogliendo anche i suggerimenti e le esigenze espresse dagli agricoltori e dalle associazioni di categoria, legati alle caratteristiche delle aziende emiliano-romagnole anche per consentire l'accesso a realtà di dimensioni ridotte".

in data:09/01/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo