Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Il Prodotto » Il mercato premia lo Speck Alto Adige

Il Prodotto

Il mercato premia lo Speck Alto Adige

Anno 2015 positivo per il Consorzio Tutela Speck Alto Adige. Fiore all’occhiello del Consorzio, la produzione a marchio Speck Alto Adige Igp che ha registrato una crescita del + 2,3 % sul 2014 e rappresenta ormai il 36 % della produzione complessiva (31.800 tonnellate nel 2015 ossia + 0,4 % sul 2014). Con il 66 % delle vendite globali, il mercato interno si riconferma core market assoluto del Consorzio che trova nell’Alto Adige e nelle regioni settentrionali i principali sbocchi commerciali italiani.

Sul territorio nazionale, la produzione viene commercializzata al 63 % tramite la grande distribuzione organizzata (canale Gdo.). Mercato italiano ma non solo. Il marchio Speck Alto Adige Igp è uno dei prodotti di salumeria italiana più esportati. L’export rappresenta oggi il 34 % delle vendite e con una quota pari al 28 %, la Germania si riconferma il primo mercato di vendita all’estero, seguita da Stati Uniti (2,5 %), Austria (1,5 %), Francia (1 %) e da nuovi mercati come Svizzera, Belgio, Slovenia, Svezia, Giappone e altre 20 nazioni. Nel 2015, a sedurre prevalentemente i consumatori sono state le confezioni da scaffale, il cui format è perfettamente in linea con le loro esigenze moderne di comodità e di praticità.

Le vendite sono cresciute del + 6% sul 2014 con una produzione di 31,7 milioni di confezioni di speck preaffettato. Molto richieste anche le confezioni grandi ossia quelle dal peso superiore ai 110 grammi. Sulla scia del trend di mercato affermatosi negli ultimi anni, nel 2015, con circa 21,4 milioni di unità prodotte, la confezione da 100 grammi si riconferma quella più venduta. Il numero di confezioni di tranci sottovuoto da un quarto è raddoppiato rispetto al 2014 per raggiungere i 6,6 milioni di pezzi prodotti per il reparto libero servizio

in data:22/02/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    San Valentino, la cena romantica al ristorante è la preferita dagli innamorati