Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Organizzazioni Agricole » Il progetto I.O.O.% qualità italiana sbarca in Brasile

Organizzazioni Agricole

Il progetto I.O.O.% qualità italiana sbarca in Brasile

Si allarga a macchia d’olio nel mondo il programma di promozione di Unaprol – consorzio olivicolo italiano, per tutte quelle aziende olivicole che hanno scelto di aderire al progetto di I.O.O.% qualità italiana.
Il programma è realizzato nell’ambito dei contratti di filiera, cofinanziati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, attraverso ISA, l’Istituto per i servizi agroalimentari e si avvale della collaborazione di Veronafiere.

“Un gioco di squadra formidabile – riferisce il presidente Massimo Gargano che sta contribuendo a migliorare le performance del prodotto simbolo del made in Italy nei paesi nuovi consumatori. L’accordo siglato tra Unaprol e Mipaaf – ha poi aggiunto – sta alimentando l’interesse delle aziende socie di I.O.O.% qualità italiana, il primo consorzio di filiera tutta agricola e italiana, di misurarsi su questi nuovi mercati con la leva dell’alta qualità e del carattere distintivo dei diversi territori di produzione”.


I.O.O.% qualità italiana viene presentato in questi giorni a San Paolo in Brasile nell’ambito di FISPAL, la grande fiera dell’alimentazione. Per far conoscere l’alta qualità italiana dell’olio extra vergine di oliva, Unaprol, nello stand organizzato da Veronafiere per promuovere il SOL, organizza degustazioni guidate e prove di assaggio del vero prodotto italiano presentando ai nuovi consumatori e alla stampa brasiliana l’ampia varietà degli oli extra vergini di oliva certificati dal sistema di tracciabilità dell’Unaprol.

Gli eventi di degustazione sono tutti preceduti da un seminario sullo scenario dell’olivicoltura mondiale e sull’offerta di qualità del prodotto italiano. Al termine di ogni prova di assaggio alcuni consigli utili per distinguere sul mercato il prodotto di qualità, aiutando i consumatori a fare scelte di acquisto consapevoli.


L’iniziativa del Brasile è la prima del suo genere dopo il lancio di I.O.O% qualità italiana. Segue le presentazioni negli Stati Uniti, India e Singapore e precede, le tappe di San Pietroburgo e Mosca, Cina, Giappone e Corea.
“Promuovere il consumo consapevole dell’olio extra vergine di oliva di alta qualità italiana attraverso il SOL in Brasile, Russia, India e Cina è una scelta strategica”, ha riferito Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. Questi Paesi, che vengono indicati con l’acronimo BRICs, – ha poi aggiunto - sono riconosciuti come i protagonisti del futuro sviluppo economico e sociale del pianeta”.


Una delle caratteristiche che contraddistingue il Brasile, è quella di essere un importante mercato consumatore in espansione. Si prevede che entro il 2030 diventi il 5° mercato mondiale di consumo. Giustificata la scelta di Unaprol e Mipaaf di puntare su questa nuova frontiera. Le iniziative di Mipaaf, Unaprol e Veronafiere si svolgono con il sostegno del Consolato generale d’Italia e la collaborazione dell’ICE di San Paolo del Brasile

in data:06/07/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno