Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Salute e Alimentazione » L'olio di pesce può riparare il cuore dopo l'infarto

Salute e Alimentazione

L'olio di pesce può riparare il cuore dopo l'infarto

Uno studio pubblicato sulla rivista 'Circulation' dell'American Heart Association, dimostra che fornire quotidianamente per sei mesi dosi elevate di acidi grassi omega-3 da olio di pesce aiuta il cuore a contrarsi meglio e riduce le cicatrici nel muscolo. Il risultato è che la cura puo' riparare i danni del cuore dovuti a un infarto. Forma e funzione del cuore possono essere modificati dopo un attacco di cuore e questo puo' portare a insufficienza cardiaca, problema per il quale le terapie rimangono scarse. Un precedente studio aveva trovato che gli omega-3 erano associati a un miglioramento della sopravvivenza per pazienti infartuati, ma non era chiaro perche'.

Per il nuovo studio randomizzato Omega-Remodel, i ricercatori hanno coinvolto 360 sopravvissuti attacco di cuore, a meta' e' stata data una dose elevata di acidi grassi omega-3 (4 grammi al giorno) e all'altra meta' del placebo. Nel primo gruppo e' stata trovata una riduzione del 5,8 per cento dell'indice di volume telesistolico del ventricolo sinistro (ovvero il sangue che rimane nel ventricolo alla fine della contrazione, indicatore clinico in grado di prevedere l'esito dopo un attacco) e una riduzione del 5,6 per cento della formazione del tessuto connettivo cicatriziale (fibrosi) nel muscolo.

in data:02/08/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”