Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Marche: c'è tempo fino al 15 febbraio per i contributi vitivinicoli

Regioni

Marche: c'è tempo fino al 15 febbraio per i contributi vitivinicoli

Scade il 15 febbraio il termine di presentazione delle domande alla Regione Marche per beneficiare dei contributi destinati al settore vitivinicolo, campagna 2017/2018. A disposizione delle aziende marchigiane (agricole e di trasformazione) ci sono 3 milioni di euro comunitari per impianti di trattamento, infrastrutture vinicole e la promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi. La giunta ha approvato le disposizioni regionali di attuazione della misura denominata 'Investimenti', sostenuta dai fondi europei assegnati annualmente dal ministero delle Politiche agricole alle Regioni tramite l'Ocm vino (l'Organizzazione comune del mercato che regolamenta il settore vitivinicolo), rimodulando le risorse del programma: oltre i 3 milioni per i nuovi investimenti, altri 444mila euro verranno utilizzati per il saldo delle domande del biennio 2016/2017.

L'atto adottato dalla giunta regionale recepisce la scadenza stabilita dal ministero, le condizioni di accesso ai contributi da parte delle imprese, gli investimenti ammissibili, i criteri di priorità, i tempi di realizzazione degli investimenti (annuali e biennali). Le priorità previste permiano le richieste che prevedano risparmio energetico, processi ecocompatibili, produzioni certificate Dop e Igp (per almeno il 70% del totale aziendale) e biologiche, titolare aziendale giovane (tra i 18 e i 40 anni), adesione a consorzi di tutela dei vini, localizzazione in zone particolari (svantaggiate, aree colpite dal sisma, ad alto valore paesaggistico).

in data:08/01/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo