Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Di che Dop&Igp sei ? » Miele delle Dolomiti Bellunesi Dop

Di che Dop&Igp sei ?

Miele delle Dolomiti Bellunesi Dop

Il Miele delle Dolomiti Bellunesi Dop è prodotto nell’intero territorio della provincia di Belluno, tutto situato in zona montana, a partire dal nettare dei fiori del territorio montano bellunese, dall’ecotipo locale di “Apis mellifera”.

A seconda dell’origine floreale si distinguono sei tipologie di Miele delle Dolomiti Bellunesi: millefiori, acacia, tiglio, castagno, rododentro, tarassaco.

La Dop si contraddistingue per la purezza, la salubrità e l’elevata conservabilità.

L’attività apistica è sempre stata diffusa nella montagna bellunese anche in tempi molto lontani quando con l’uso dei bugni rustici la raccolta del miele richiedeva una grande capacità da parte dei produttori per evitare di distruggere intere colonie di api. Ancora oggi nella montagna bellunese, l’attività apistica è condotta in modo artigianale e richiede ai produttori specifiche capacità per il posizionamento e la conduzione delle arnie, per la salvaguardia e lo sviluppo delle colonie, per il metodo di raccolta e per la scelta del periodo che permette di differenziare i mieli delle diverse specie floreali, nonché per gli accorgimenti per la sua conservazione.

Il Miele delle Dolomiti Bellunesi è fortemente legato al suo territorio, l’ambiente montano alpino, caratterizzato da basse temperature, elevata piovosità e terreni di origine dolomitica, che permettono lo sviluppo di una flora alpina ricca di piante arboree ed erbacee di elevato interesse apistico, rendendo il bellunese una zona adatta alla produzione di un miele pregiato, proveniente da specie vegetali presenti solo o prevalentemente nelle zone alpine montane

in data:14/03/2011

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”