Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Il Prodotto » Novanta milioni di bottiglie vendute per il Prosecco Docg nel 2016

Il Prodotto

Novanta milioni di bottiglie vendute per il Prosecco Docg nel 2016

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg chiude il 2016 con 90 milioni di bottiglie vendute. Il dato emerge dal  Rapporto economico annuale 2016 redatto dal Centro Studi di Distretto Conegliano Valdobbiadene con il coordinamento del Cirve dell’Università di Padova. Il Rapporto fotografa lo stato di salute produttiva ed economica della Denominazione e quest’anno si arricchisce di una novità, ovvero le anticipazioni sulla chiusura del 2016, che lette attraverso le performance della Gdo prospettano un’ulteriore crescita, soprattutto a valore, del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

Il Rapporto economico, analizzando il 2015, certifica la produzione di 83,7 milioni di bottiglie di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg che significa un incremento rispetto al 2014 del 6% dei volumi e 10% a valore. Più di ottanta milioni di bottiglie rappresentano il raddoppio delle vendite negli ultimi dieci anni, accompagnato da un aumento di valore. Nel mercato nazionale la produzione del 2015 è cresciuta, rispetto al 2014, del 15% a valore e del 12% a volume. Si evidenzia un particolare dinamismo al sud e sulle Isole che, insieme, segnano un +25% sul 2014.

Nei mercati esteri la crescita si attesta sul 7,5% in valore ed è rimasta sostanzialmente stabile nei volumi. In Germania, primo mercato d’esportazione della Denominazione, cresce del 7% a valore in un contesto di contrazione dell’importazione di vini spumanti. Il mercato britannico ha riacquistato il secondo posto nella classifica mondiale degli importati di spumante e il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG ha segnato una crescita delle vendite a valore del 21% rispetto al 2014. Nel 2015 gli Stati Uniti sono tornati il primo Paese importatore di vini spumanti con una forte crescita a valore, pari a un +29% sul 2014. Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG s’inserisce in questo scenario riflettendone le dinamiche. Infatti segna un +9,3% a valore e +7,9% a volume. Il mercato statunitense si conferma come il quarto mercato di esportazione del prodotto con un volume d’affari pari a 12,8 milioni di euro (2,8 milioni di bottiglie). In Benelux nonostante una flessione del mercato degli spumanti la DOCG cresce e a valore ha più che raddoppiato il proprio risultato (+112%).

Nel corso del 2015 l’Ho.re.ca ha un volume d’affari di 85,9 milioni di euro cui corrisponde un volume di 13,2 milioni di bottiglie. Rispetto al 2014, questo canale si è contraddistinto per le ottime performance segnalando un +21% a valore e circa un +14% a volume. Le Centrali di acquisto hanno assorbito 17,7 milioni di bottiglie di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG per un valore alla produzione di oltre 89,4 milioni. Rispetto al 2014 si registrata un +11%. Infine i grossisti si contraddistinguono per le migliori performance, raggiungendo un valore alla produzione di oltre 61,2 milioni di euro per un volume di 12,2 milioni di bottiglie. Rispetto all’anno precedente si segna una crescita del 27% a valore e del 18% a volume.

Ad oggi è possibile registrare qualche anticipazione del 2016 per la Gdo in Italia, che nei primi dieci mesi dell’anno segna un fatturato di 56 Milioni di Euro (fonte IRI. Ipermercati, Supermercati, Libero Servizio-piccolo – Progressivo a ottobre 2016). Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg anche in questo canale guida una crescita a valore del Prosecco spumante in generale e ne rappresenta il 55% delle vendite con un trend di crescita del +19%. Questi risultati del 2016 contribuiscono a valorizzare l’intera categoria degli spumanti.

in data:17/12/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    San Valentino, la cena romantica al ristorante è la preferita dagli innamorati