Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Aziende » Parmalat: fatturato I semestre 2018 in calo del 7,3%

Aziende

Parmalat: fatturato I semestre 2018 in calo del 7,3%

Il gruppo Parmalat ha chiuso il primo semestre 2018 con utile del periodo pari a 39,9 milioni di euro, in aumento di 9,3 milioni di euro rispetto ai 30,6 milioni di euro del primo semestre 2017. A perimetro costante ed escludendo le controllate venezuelane, il dato risulta in diminuzione di 11,1 milioni. Tale diminuzione, spiega un comunicato, è dovuta principalmente al peggioramento della gestione operativa e a svalutazioni per 14,8 milioni di euro registrate a seguito dell`aggiornamento dell`impairment test effettuato al 31 dicembre 2017, parzialmente compensati dal beneficio fiscale, in termini di minori imposte, derivante dal Patent Box in Italia. Nei primi 6 mesi dell'anno, il gruppo Parmalat ha registrato un fatturato netto pari a 3.033,6 milioni di euro, in calo di 240,4 milioni (-7,3%) rispetto ai 3.274 milioni del primo semestre 2017.

A tassi di cambio costanti e perimetro omogeneo ed escludendo i risultati della controllata venezuelana, il fatturato netto risulta in diminuzione dello 0,9%, con un contributo positivo delle aree Europa, Africa e Oceania, mentre è in calo in Nord America e in America Latina. In diminuzione anche il margine operativo lordo: -20,8% a cambi e perimetro correnti ed incluso il Venezuela; -15,1% a cambi e perimetro costanti ed escluso il Venezuela. Le disponibilità finanziarie nette a fine periodo sono pari a 168,4 milioni di euro, in calo di 86,9 milioni di euro rispetto ai 255,3 milioni di euro del 31 dicembre 2017. Alla luce di questi risultati e considerate le "forti difficoltà" che il gruppo sta affrontando in alcuni dei principali mercati in cui opera, in particolare Australia e Canada, Parmalat ha quindi rivisto le guidance per l'esercizio 2018. "Gli inattesi e recenti rialzi del costo della materia prima e le forti tensioni in ambito commerciale legate ai necessari adeguamenti dei prezzi di vendita da parte delle aziende produttrici inducono a previsioni in flessione, rispetto all`anno precedente, stimate nell`intorno del -1% in termini di fatturato netto e in un range compreso tra -3% e 0% in termini di Ebitda"

in data:31/07/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo