Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Regioni » Sardegna, la Giunta dà l'ok agli stanziamenti per gli allevatori e per il credito

Regioni

Sardegna, la Giunta dà l'ok agli stanziamenti per gli allevatori e per il credito

Via libera dalla Giunta regionale della Sardegna al finanziamento del programma per la tenuta dei Libri genealogici e per i controlli del bestiame e ai contributi in materia di credito in agricoltura. L’esecutivo regionale ha infatti approvato due distinte delibere che prevedono, nel primo caso, la concessione 4,9 milioni di euro a favore delle Associazioni provinciali degli allevatori (Apa), autorizzate allo svolgimento del programma con il coordinamento della Regione, e, nel secondo caso, interventi per 1 milione di euro ai Consorzi Fidi per agevolare l'accesso al credito da parte delle imprese agricole.

Per quanto riguarda il primo provvedimento, le somme stanziate dalla Regione sui libri genealogici e sui controlli del bestiame tengono conto delle specificità territoriali, infrastrutturali, dell’attività in campagna svolta dalle Apa e delle specie e razze allevate nell’Isola. In particolare, il calcolo del finanziamento considera le peculiarità e alcune attività delle Associazioni a favore del comparto ovi-caprino che il metodo stabilito dal ministero delle Politiche agricole non contempla. “Ecco perché - spiega l’assessore Prato - la Giunta ha deciso di rettificare il calcolo, apportando le necessarie integrazioni e variazioni al sistema del ministero che determina l’entità dei finanziamenti da erogare a ciascuna Apa in funzione di alcuni parametri oggettivi e generali (numero di capi sottoposti a controllo distinti per specie, razza e tipo di controllo, numero di aziende controllate e numero di giornate lavorative necessarie per lo svolgimento dell’attività)”.

Relativamente alla seconda delibera, si tratta di un provvedimento che rientra nella più ampia politica a favore dell’accesso al credito per il mondo agricolo che la Giunta sta attuando. Il contributo di 1 milione di euro sarà destinato ai Consorzi Fidi per la formazione e l'integrazione del Fondo rischi destinato alla prestazione di garanzie per l'accesso al credito e per l’assistenza tecnico-finanziaria a favore delle imprese agricole.

in data:09/11/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno