Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Salute e Alimentazione » Una buona pausa pranzo annulla il rischio 'flop' tra le lenzuola

Salute e Alimentazione

Una buona pausa pranzo annulla il rischio 'flop' tra le lenzuola

Mangi male? Rischi di "floppare" tra le lenzuola. Addirittura saltare il pranzo e scombinare i propri ritmi alimentari puo' portare a vere e proprie defaillance nella vita sessuale, come denuncia il 37% dei nutrizionisti e sessuologi intervistati. Secondo il 65% degli esperti, infatti, la tavola e il letto sono strettamente collegati, e non si parla degli ormai arcinoti cibi afrodisiaci, ma in generale delle abitudini alimentari (47%), che influiscono sulla sfera dell'eros sia fisicamente che psicologicamente.

Di fatto, secondo l'esperienza del 44% degli intervistati, chi segue un'alimentazione corretta, regolare e bilanciata ha una vita di coppia migliore, tanto che, secondo il 38%, "l'intesa" puo' arrivare a raddoppiare. E gli esperti parlano di coppia perche' per l'84% queste regole valgono tanto per lui quanto per lei.

Ma allora quali sono i segreti per essere dei perfetti amatori? Per il 39% soprattutto la regolarita' dei pasti, a cui si aggiunge il 27% che parla di alimentazione ricca e variata, come quella suggerita dalla dieta mediterranea. Al contrario sono sconsigliati dal 31% e 16% dei dietologi e sessuologi rispettivamente i cibi con troppi zuccheri saturi e grassi animali, oltre naturalmente alle "rivoluzioni" nei propri ritmi e comportamenti alimentari. Questo e' quanto emerge da uno studio promosso da Vie del gusto, diretto da Domenico Marasco e in edicola da domani, su 100 sessuologi e nutrizionisti cui e' stato chiesto un parere sul rapporto tra cibo, alimentazione ed eros. In particolare sul rapporto tra cibo ed eros (65% sostiene che assolutamente esiste): il 39% sostiene che sia strettissimo, a cui si aggiunge il 25% che parla di un rapporto che si verifica molto spesso. E se per il 19% dipende soprattutto dalla situazione in cui ci si trova, solo per il 9% questo legame sarebbe esclusivamente di tipo psicologico, legato soprattutto all'autosuggestione. Una piccolissima minoranza (7%) dice di non avere strumenti per poter confermare questo legame. Ma per la maggioranza che ritiene che esista un legame diretto tra la tavola e le lenzuola, piu' che parlare di legame si dovrebbe dire che uno e' lo specchio dell'altro (56%), tanto che ci si potrebbe azzardare a dire "dimmi come mangi e ti diro' come sei a letto".

Ma la vera novita' e' che secondo gli esperti questo legame quasi simbiotico tra cibo ed eros non si riduce ai classici e stranoti cibi afrodisiaci (indicati solo dal 18% degli esperti, che ne sottolineano il "potere" sia fisico, che soprattutto psicologico), ma coinvolge tutti i cibi, senza nessuna distinzione, che, per il 56%, influenzano la nostra vita sessuale sia da un punto di vista fisico che psicologico. Anzi, piu' che dei singoli cibi, quello che emerge e' che e' l'alimentazione nel suo complesso ad essere in strettissimo rapporto con la sfera sessuale. Non manca poi chi ritiene (15%) che l'intesa sessuale sia influenzata da quei cibi il cui consumo e' legato alla sensualita' e ad una certa gestualita' (utilizzo delle mani, scambio del cibo tra partner ecc), non dalla loro sostanza. Una percentuale ancora minore (13%) da', infine, molta importanza al contesto piuttosto che all'alimentazione in se': non si tratta tanto di cibi particolari, ma di atteggiamenti e atmosfere che rendono afrodisiache le pietanze.

In ogni caso, che si tratti esclusivamente di un fattore "fisiologico", o che venga coinvolto anche l'aspetto psicologico, tutto questo vale sia per gli uomini che per le donne, cosa su cui concorda l'84% degli esperti. Il 16% ritiene invece che per le donne sia soprattutto un fattore legato alla psiche, ma che siano gli uomini a dover fare veramente attenzione. Quali sono le cose da fare e quelle da non fare per essere dei buoni amatori? Secondo il 39% degli intervistati, nutrirsi in orari regolari ha ottimi effetti sull'intesa sessuale. Cibarsi in maniera disordinata puo', infatti, determinare un eccesso calorico in fasi della giornata che non lo richiedono e magari una carenza energetica quando servirebbe. Esagerare, ad esempio a cena, perche' si e' saltato il pranzo, potrebbe avere degli effetti disastrosi sul feeling sotto le lenzuola a causa di uno stato di pesantezza e sonnolenza post-pasto. Ma se la quantita' e' importante, non gioca un ruolo marginale nemmeno la qualita' dei cibi che consumiamo. Infatti, secondo il 27% degli studiosi basta seguire i dettami della dieta mediterranea per essere degli ottimi amatori. Ma ci sono, al contrario, degli atteggiamenti e delle abitudini alimentari che vanno assolutamente evitati. In primis, non saltare i pasti durante la giornata (37%), il rischio e' che si verifichino scompensi calorici, cosi' come si sarebbe portati ad esagerare con la cena, appesantendosi e ottenendo effetti che si rifletterebbero sulla prestanza sessuale. Naturalmente non esagerare con bevande alcoliche (9%): prese in piccole dosi possono rendere il rapporto di coppia piu' "esuberante", ma che in caso di abuso possono avere un effetto catastrofico. Al bando anche i cibi fritti e ricchi di conservanti (16%) che, con la lunga digestione, porterebbero l'organismo a non avere voglia di far altro. Al di la' degli elementi nutritivi, ci sono altri aspetti del cibo che stimolano l'eros come l'aroma, la cromia, la consistenza e l'abbinamento tra sapori differenti. Secondo il 59% degli esperti, infatti, i cibi speziati e aromatici, stimolando il senso dell'olfatto, stuzzicano voglie amorose nella coppia. Per 1 esperto su 2, invece, i colori dei cibi e i diversi accostamenti assumono un'importanza rilevante per la voglia di intimita' tra i partner. Anche mangiare cibi che richiedono l'uso delle mani, secondo il 46% degli intervistati, essendo uno dei nostri istinti primordiali, stimola il contatto fisico. Infine, variare e abbinare sapori diversi durante lo stesso pasto crea piacevoli effetti al gusto per il 39%, suscitando "strane" voglie nella coppia. Ecco, dunque, che per 9 esperti su 10, un'alimentazione corretta e regolare puo' fortificare l'intesa tra "lui" e "lei", tanto che il 38% ritiene che, con la giusta nutrizione, il feeling di coppia aumenta piu' del doppio, a cui si aggiunge il 29% che stima l'incremento dell'intesa in un 30% in piu' rispetto a chi segue un'alimentazione scorretta e irregolare.

in data:18/08/2010

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno