Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Trend & Mercati » Vale 6,4 mld export vino Italia,crescita a +3,2% su 2018

Trend & Mercati

Vale 6,4 mld export vino Italia,crescita a +3,2% su 2018

Sfiorati i 22 mln di ettolitri. Aumento del 10,3% a volume

E' in salute l'export del vino italiano che nel 2019 continua a crescere per un valore di 6,4 miliardi di euro (+3,2% sul 2018). A elaborare il dato economico, convalidando le stime diffuse nei mesi scorsi, è l'Osservatorio del Vino di Unione Italiana Vini-Ismea su base Istat. Dal report emerge che l'incremento maggiore si riscontra sui volumi, che sfiorano i 22 milioni di ettolitri (+10% sul 2018) consentendo all'Italia, seppur di poco, di riconquistare il primato mondiale in volume. Gli analisti registrano inoltre che l'evoluzione degli introiti è stata però inferiore alle attese, con i prezzi medi in discesa, sia per dinamiche legate ai listini dei vini sia per quella correlata al diverso mix che compone il paniere delle esportazioni.

L'aumento più importante è i vini comuni che con 4,9 milioni di ettolitri, per lo più sfusi, sono cresciuti del 18% in volume con una flessione degli introiti (-3%). La tendenza- viene spiegato- è la conseguenza della decisa riduzione dei listini alla produzione che nell'ultima campagna 2018/2019 ha toccato il 27%. E' rilevato che "il forte aumento delle esportazioni di vini sfusi da tavola" ha contribuito a far registrare una progressione complessiva più marcata in termini quantitativi verso i Paesi Ue (+12%) rispetto a quella verso i Paesi terzi (+7%). Il dato è invece ribaltato sul fronte del valore (Ue: +1% e Paesi terzi: +6%). L'export in valore verso i Paesi terzi, pari a 3,22 miliardi di euro, si posiziona poco sopra i 3,20 miliardi di euro verso la Ue. Nel 2019 l'export di bollicine è superiore ai 4 milioni di ettolitri (+8%) su base annua, per un corrispettivo di quasi 1,6 miliardi di euro (rispettivamente +4,5% su base annua)

in data:13/03/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion