Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » “Magnifica”: un crossover tra le eccellenze locali della tradizione italiana

L'indirizzo

“Magnifica”: un crossover tra le eccellenze locali della tradizione italiana

La pizzeria, aperta a Roma da Maurizio Valentini, propone un menù nel segno di una continua ricerca di materie prime di qualità e abbinamenti insoliti

Roma- Per i buongustai della pizza italica è un posto da leccarsi i baffi nel vero senso della parola. In un’ atmosfera moderna e accogliente e in uno dei quartieri tra i più residenziali e borghesi della Capitale si possono infatti degustare, da qualche mese, innovative e gustosissime pizze. A proporle, in zona Balduina (Via Ugo De Carolis, 72 D), è “Magnifica” , locale nato a settembre del 2013 da un’idea di Maurizio Valentini, già proprietario di diverse pizzerie d’asporto a Roma. La voglia di pizza, una volta deciso di essere “ospiti” di “Magnifica”, può essere dunque soddisfatta a pieno e non senza un certo imbarazzo nella scelta.

Il locale infatti propone, tanto per fare alcuni esempi, Foie gras e petto d'anatra affumicato, pesche caramellate alla menta, spinaci scottati al burro salato e polvere di amaretto su base di Mozzarella di Bufala Campana oppure Focaccia Stracchino bergamasco alla menta, puntarelle e Salmone norvegese affumicato Riserva al ginger o ancora Un Calabrese a Tokyo: peperoni, cipolla rossa di Tropea saltati con sesamo e soia, crema di spianata Calabra DOP e N'duja lavorazione artigianale. Per la proposta culinaria si è scelto invece di utilizzare farine integrali di qualità, con un impasto lievitato 48 ore, steso a mano e cotto in forno a legna.

Insomma un menù da dieci e lode che propone un vero e proprio crossover tra le eccellenze locali della tradizione italiana, come la Burrata di Putignano, la Pancetta Piacentina Dop, l’olio extra vergine di oliva dell’azienda agricola salentina Donna Oleria, ed altri ingredienti considerati icone del gusto internazionale come il salmone norvegese affumicato, il foie gras proveniente dai selezionati allevamenti di Jolanda de Colò è abbinato alla dolcezza delle pesche caramellate, i tipici sapori calabresi, come la cipolla rossa di Tropea, la crema di Spianata Calabra Dop e la N'duja.

C’è spazio inoltre anche per fritti. Meritano un assaggio il Supplì alla Zucca, con burro salato e Parmigiano Reggiano Dop 24 mesi ospita un cuore di Pancetta Piacentina Dop e Provola affumicata di Andria; da provare anche l'Arancino ai Carciofi con guanciale, Pecorino e salsa “cacio e ova”.

in data:30/03/2014

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion