Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » Caffè Doria: cucina "comfort food" e formula gin trolley

L'indirizzo

Caffè Doria: cucina "comfort food" e formula gin trolley

Il bistrot, posizionato a Roma all'interno di Palazzo Doria Pamphilj, punta su ricerca della materia prima e stagionalità

Roma-  Per gli amanti del Gin la tappa è d’obbligo: Caffè Doria, dopo una lunga pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria, è pronto a riproporre a Roma il suo Gin Trolley con Gin provenienti da tutto il mondo.  Per la migliore consumazione dal 1 giugno il Bartender vi raggiungerà al tavolo per suggerirvi le migliori alchimie per il Gin Tonic che andrete a consumare. Insomma un vero e proprio luna park per intenditori e appassionati della  mixology. Ma Caffè Doria (Via della Gatta 1,) situato all’interno di Palazzo Doria Pamphilj in modalità bistrot è anche buona cucina per un’offerta super concorrenziale.

Il locale, che unisce contemporaneità e classicismo e che è allestito dove un tempo erano ospitate le scuderie nobili del palazzo, è collocato nel pieno centro della Capitale, a pochi passi da Piazza Venezia e da tutte le attrazioni turistiche principali della città. Il bistrot inoltre può godere di un’entrata indipendente  su via della Gatta 1/a (alle spalle di via del Corso), ma può essere raggiunto anche dall’interno del Palazzo Doria Pamphilj, tramite un accesso riservato agli ospiti in visita alla Galleria d’arte. 

La cucina, all’insegna del concetto di "comfort food", è guidata dallo chef Massimiliano Mazzotta  con una proposta basata sulla migliore materia prima e della sua stagionalità. Nel menu la possibilità di scelta va da un Crudo di manzo marinato alla soia, salsa al lampone e olio alla rucola per arrivare, a titolo di esempio, al piatto Mezzi paccheri 45° con tonno rosso marinato ai profumi di menta e lime, zucchine, peperoni, ricotta salata e pepe rosa  o a un’ insalata con gamberi rossi, mango, cracker di quinoa e crema di mais. Ricca anche la chance per i dolci.  Tra i fiori all’occhiello di Caffè Doria anche il servizio di pasticceria e la possibilità di una buona prima colazione. (Gia. Pac.)

in data:05/06/2021

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno