Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Cannavacciuolo, Oldani e Maci promuovono l'extravergine

Agronews

Cannavacciuolo, Oldani e Maci promuovono l'extravergine

I due chef e la food blogger sono i testimonial della campagna di comunicazione del Mipaaf finalizzata a favorire il consumo dell'olio e a sensibilizzare i consumatori sulla lettura dell'etichetta

Roma- “Olio Extra Vergine. La Sua Ricchezza. La Nostra Fortuna”: recita così la campagna di comunicazione istituzionale presentata dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) a Verona nel corso dell’inaugurazione del salone sull'agroalimentare di qualità Sol&Agrifood, all’interno di Vinitaly 2017 (9-12 aprile). La campagna, che partirà alla fine di aprile e che ha come testimonial gli chef Antonino Cannavacciuolo e Davide Oldani e la food blogger Chiara Maci, è finalizzata a promuovere il consumo di olio extra vergine di oliva e sensibilizzare i consumatori sulla lettura dell’etichetta per conoscere le caratteristiche nutrizionali, la varietà, l’origine e la tracciabilità del prodotto.

Intanto- si legge in una nota-  il 22 e il 23 aprile nei principali centri commerciali di Roma, Milano, Bergamo, Napoli, Benevento, Torino, Alessandria, Bari, Genova, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Firenze, Venezia, Verona, Padova, Treviso e Palermo saranno allestiti degli spazi per degustare e scoprire le proprietà dell’olio.

 

Oli d’Italia 2017: Toscana e Lazio le regioni migliori

Presentata al Sol di Verona (Salone internazionale dell'extravergine di qualità) la guida Oli d’Italia 2017 del Gambero Rosso  realizzata in collaborazione con Unaprol. Nella guida Oli d’Italia 2017 sono indicati indirizzi, contatti e informazioni, indicazioni che s’intrecciano con le storie dei territori, degli oli e degli stili dei produttori.

A conquistare il primo posto ci sono la Toscana e il Lazio rispettivamente con 18 Tre Foglie, al terzo posto troviamo l’Umbria e la Puglia che ne conquistano 17, seguono la Campania e la Sicilia con 14, poi l’Abruzzo con 8 e ancora dietro la Lombardia con 6 e l’Emilia Romagna con 5, poi Calabria e Marche con 4, la Basilicata e la Sardegna con 3 e il Trentino con 2. (vedi allegato)

Venti i Premi Speciali 2017 attribuiti: il Miglior Fruttato Leggero, il Migliore Fruttato Medio, il Migliore Fruttato Intenso, i due Migliori Blend e i due Migliori Monocultivar, il Frantoio dell’Anno e l’Azienda dell’Anno, i due Migliori Extravergine Biologico, i due Migliori Rapporto Qualità/Prezzo, i due Migliori Igp e i due Migliore DOP, i due Migliori Olivicoltori dell’Anno. Il premio per la Migliore Performance Territoriale, il riconoscimento dedicato a una zona specifica fatta di cultivar autoctone e di produttori che le valorizzano, è andato alla Sardegna (vedi allegato).

in data:10/04/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”