Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Cenone di Natale e San Silvestro, il budget per la tavola è di 4,6 miliardi

Filiera Corta

Cenone di Natale e San Silvestro, il budget per la tavola è di 4,6 miliardi

La stima su quanto gli italiani spenderanno per le feste è di Confcooperative. La Cia calcola in un +9% il valore del cibo in surplus che verrà acquistato negli ultimi giorni di dicembre. Saranno stappate oltre 60 milioni di bollicine made in Italy

Roma- Gli italiani spenderanno per i cenoni  di Natale e Capodanno 4,6 miliardi,  2,5 miliardi  per la vigilia e 2,1 miliardi per la fine dell’anno. La spesa media per ciascuna famiglia è calcolata intorno ai 106 euro in crescita di +0,7% rispetto al dicembre 2015 grazie all’effetto tredicesima. La stima è di Confcooperative che trova un punto di incontro con l’Osservatorio del Vino per quanto riguarda i brindisi:  saranno stappate oltre 60 milioni di bollicine italiane con un successo all’estero di quasi 158 milioni di bottiglie con una crescita del 20 per cento sul 2015 e  un 6\10 per cento per il mercato interno.

Quanto al menù delle serate domina la proposta tradizionale  con 9 connazionali su 10 che trascorreranno il Natale in casa. A  Capodanno resteranno tra le mura domestiche 7 italiani su 10. Dati alla mano la spesa stimata  per vongole e frutti di mare utile ai primi piatti sarà di 90 milioni di euro, per pesce e i secondi (450 milioni di euro) carne, salumi e uova (520 milioni di euro), vini, spumanti e prosecchi (430 milioni di euro), frutta, verdura e ortaggi (400 milioni di euro). Pasta, pane, farina e olio (230 milioni di euro). Per il tagliere dei formaggi freschi e stagionati (90 milioni). Per le specialità dolciarie 420 milioni di euro.

Per la Confederazione italiana agricoltori (Cia) in tutto il mese di dicembre gli italiani sborseranno invece per la spesa alimentare oltre 15,3 miliardi, di cui 1,3 miliardi di euro in cibi che non verranno consumati. In dieci giorni di festa le famiglie italiane- secondo l'organizzazione-  spenderanno in media per la tavola una cifra intorno ai 300 euro, con una movimentazione complessiva pari a 3 miliardi di euro circa.  Si specifica in particolare che in pochi giorni potrebbero andare persi circa 230 milioni di euro. La Cia-Agricoltori Italiani  calcola in un +9% il valore del cibo in surplus che verrà acquistato negli ultimi giorni di dicembre.

 

LA SPESA ALIMENTARE DELLE FAMIGLIE ITALIANE

SPESA MEDIA MENSILE (€)

486

INCREMENTO SPESA MEDIA MENSILE DEL PERIODO NATALIZIO (%)

+22

SPESA MEDIA DICEMBRE (FESTIVITÀ INCLUSE (€)

594

 

SPRECHI ALIMENTARI DELLE FAMIGLIE ITALIANE

 

SPRECHI MEDI ANNUI (€)

504

SPRECHI MEDI MENSILI (€)

42

INCREMENTO SPRECO NEL PERIODO NATALIZIO (%)

+9,5

SPRECO MEDIO DICEMBRE (FESTIVITÀ INCLUSE (€)

51

 

Elaborazione Ufficio studi Cia-Agricoltori Italiani su dati Istat-Ismea

 

Ti potrebbe anche interessare

Natale, in calo i festeggiamenti nei ristoranti. Gli italiani brindano nelle case

 

 

 

in data:19/12/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno