Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Coldiretti: via libera al vino novello, 2 milioni di bottiglie

Agronews

Coldiretti: via libera al vino novello, 2 milioni di bottiglie

"Al via il primo week end con il vino novello Made in Italy che arriva sulle tavole degli italiani con circa 2 milioni di bottiglie delle vendemmia 2019". Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che il permesso alla vendita e' scattato dal 30 ottobre, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale. Il 'deblocage' in Italia "e' anticipato di tre settimane rispetto al concorrente Beaujolais nouveau francese che si potra' invece assaggiare solo a partire dal terzo giovedi' del mese di novembre e quindi quest'anno il 21 di novembre".


Il vino novello, continua la Coldiretti, "viene consumato soprattutto in abbinamento con i prodotti autunnali come le caldarroste che quest'anno fanno registrare un raccolto in calo del 30% rispetto allo scorso anno a causa dell'andamento climatico avverso e dell'attacco degli insetti alieni, per una produzione nazionale inferiore ai 25 milioni di chilogrammi".
Leggero e con bouquet aromatico il "vino da bere giovane" deve le sue caratteristiche al metodo di vinificazione utilizzato messo a punto dal ricercatore francese Flanzy ed e' fondato sulla fermentazione carbonica di grappoli integri di uve che vengono poi spremute a distanza di una decina di giorni per un vino delicato che di solito si attesta sugli 11 gradi ma che puo' raggiungere anche i 12

in data:01/11/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion