Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Consumi: 150 miliardi di caffè nel mondo si bevono dal distributore automatico

Filiera Corta

Consumi: 150 miliardi di caffè nel mondo si bevono dal distributore automatico

Nel 2017 in Italia i distributori hanno dispensato 2 miliardi e 768 milioni di caffè (+0,59%), per un fatturato di 884 milioni di euro, secondo le rilevazioni dell'annuale studio di settore realizzato da Accenture

Roma- Al distributore automatico si consuma ormai l'11% del caffè prodotto a livello globale pari a circa 150 miliardi di consumazioni erogate attraverso le cosiddette 'vending machine'. A rilevare il trend è Confida (Associazione italiana distribuzione automatica) nella cornice di Venditalia,  manifestazione mondiale del settore che si tiene a fieramilanocity fino a sabato 9 giugno. Nel 2017 in Italia i distributori hanno dispensato 2 miliardi e 768 milioni di caffè (+0,59%), per un fatturato di 884 milioni di euro, secondo le rilevazioni dell'annuale studio di settore realizzato da Accenture.

Ad oggi  gli italiani bevono in media 2,2 caffè a testa al giorno. Il Belpaese è al sesto posto nella classifica dei consumi in valore assoluto con 300mila tonnellate annue. La prima piazza spetta agli Stati Uniti con 1,6 milioni di tonnellate (soprattutto American Coffee), davanti al Brasile (1,2 milioni di tonnellate), alla Germania (600mila tonnellate), al Giappone (500mila tonnellate, con una prevalenza del caffè freddo in lattina denominato Kan khoi) e alla Francia (400mila tonnellate). Nei consumi pro capite il primato è dei Paesi scandinavi: in particolare in Finlandia - dove è molto popolare il Kaffeost, rito che prevede di accompagnare il caffè con un formaggio a pasta semi-morbida - se ne consumano 12 kg all'anno. L'Italia è nona con 5,8 kg annui, dietro a Paesi come Olanda (8,4 kg), Svizzera (7,9 kg), Belgio (6,8 kg) e Canada (6,2 kg), che usano soprattutto infusi e altri metodi di filtraggio diversi rispetto al nostro espresso.

in data:06/06/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo