Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » Costrini, sogno culinario con l'hamburger abruzzese di arrosticini

L'indirizzo

Costrini, sogno culinario con l'hamburger abruzzese di arrosticini

La storica gastronomia si amplia nella Capitale aprendo, per la fascia serale, con uno spazio ristorativo proponendo una cucina regionale di "ricette della nonna"

Roma- Di questo siamo sicuri e pronti a metterci la faccia: il viaggio per gustare l'hamburger abruzzese di arrosticini con ventricina spalmabile merita il tempo del tragitto.  Ma dire questo di Costrini Italian Flavor (Via Val Maggia 40-zona Conca D’Oro), a onore della verità, sarebbe riduttivo per la gastronomia abruzzese, presente nella Capitale dal 2009  e subito dopo il terremoto dell'Aquila. Costrini, infatti, dopo anni di vendita al dettaglio di primizie, dai formaggi ai salumi di tutte le regioni fino alla pizza a taglio e ai prodotti da forno (quest’ultimi suo core business da sempre), ha ampliato il locale, acquisendo delle mura confinanti e realizzando uno spazio ristorazione di 40 coperti interamente dedicati alla cucina abruzzese e alle ricette della nonna per proporre la sera la sua idea di cucina.  

Si parte dunque dalla mattina per la colazione (torte, brioche e il dolce abruzzese alle mandorle e cioccolato Parrozzo) per arrivare a cena. A pranzo,  in modalità tavola calda, è proposto a rotazione un primo tradizionale del giorno cucinato e la possibilità di un menu con bistecca e contorno. Immancabili gli arrosticini.  La sera, nel nuovo spazio (200 metri quadrati) con braceria a vista, un’offerta di carne selezionata già frollata dai 30 ai 90 giorni (polacca, danese, scozzese). Tra i piatti più caratterizzanti c’ è la  scamorza di vacca pezzata rossa e patate di Avezzano o lo stinco cotto a bassa temperatura servito sempre con le patate, oltre all'hamburger abruzzese di arrosticini con ventricina spalmabile. Gli arrosticini sono invece proposti in 5 tipologie: fegato, lardo, classico, manzo, al tartufo. Le paste ripiene sono fatte a mano e ripassate in padella con burro e parmigiano di vacca bruna 36 mesi. La carta dei vini conta circa 90 referenze.  Il locale, a scaffale, propone   una selezione di nicchia con tutte eccellenze italiane.

in data:05/03/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno