Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » Donna E Bistrot:ristorante segreto dove vince lo spaghetto ajo e ojo

L'indirizzo

Donna E Bistrot:ristorante segreto dove vince lo spaghetto ajo e ojo

All'interno dell'albergo Elizabeth Unique Hotel Rome è proposta una classica cucina italiana con influenze internazionali

Roma-  Una meta ancora poco nota, ma capace di regalare intimità e riservatezza. Un luogo insomma da provare,  non solo per accoglienza e potenzialità ricettiva ma anche per il servizio di ristorante presente al suo interno al quale ci si arriva attraversando i corridoi della struttura alberghiera, ricchi di elementi e opere di cultura. A fare il resto ci pensa la città di Roma e lo spazio dove è allestito, uno dei palazzi storici della Capitale (Palazzo Pulieri Ginetti), situato in una via (Via delle Colonnette, 35) vicinissima alla centrale Via del Corso, in un quadrante che va da Piazza del Popolo a Piazza Venezia, toccando  Piazza di Spagna e Fontana di Trevi. Il nome è  Elizabeth Unique Hotel Rome,  quello del ristorante interno Donna E Bistrot, locale con purtroppo un ingresso secondario e indipendente ancora non operativo. Il ristorante è  ispirato all’ospitalità declinata al femminile, “quella inconfondibile e tipica della famiglia del sud della nostra terra e che rende omaggio a Donna Elisabetta, figura indimenticabile dalla famiglia Curatella”.

Il locale, capace di regalare segretezza e guidato dallo chef lucano Riccardo Pepe , propone una classica cucina  italiana con influenze internazionali.  Tutto, fino a quanto possibile, è preparato a mano, dal pane alla pasta, dai biscotti ai classici dolci. Tutto quello che non viene fatto in casa viene acquistato da aziende e produttori “che hanno il massimo rispetto dell’ambiente e di ciò che producono”. Nel menu troviamo antipasti come un classico Vitel tonnè di girello di vitella cotto con temperatura a cuore a 60° e ciuffetti di salsa tonnata e capperi di Pantelleria, mentre tra i primi, a vincere, è lo Spaghetto ajo e ojo con una emulsione di crema inglese di uovo e latte abbinata al croccante del pane.  Tra le tante proposte non vanno dimenticate la Tagliata di Angus e i piatti di pesce realizzati con il pescato del giorno. Immancabili i dolci preparati espressi come il Tiramisù Elizabeth con una pasta biscuit, crema al mascarpone ecrumble di biscotto.  Il ristorante offre la possibilità anche di cene all’aperto avendo a disposizione una terrazza, adattabile soprattutto a “cene romantiche”  (Gia. Pac.)

in data:28/09/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno