Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Eataly: Guerra lascia cariche operative, Nicola Farinetti resta ad

Agronews

Eataly: Guerra lascia cariche operative, Nicola Farinetti resta ad

Il figlio Francesco si occupera' di Green pea e Andrea delle aziende agricole. Ad annunciarlo è Oscar Farinetti. A febbraio saranno illustrati i risultati del 2019

Roma- Cambia la governance di Eataly: Andrea Guerra lascia la gestione corrente, ma mantiene la presidenza del Gruppo. Nicola Farinetti resta amministratore delegato. In un'intervista a un quotidiano nazionale, Oscar Farinetti annuncia che il figlio Nicola avra' i poteri del ceo, l'altro figlio Francesco si occupera' di Green pea e Andrea delle aziende agricole. Farinetti ha escluso che la nuova governance preluda ad un rimescolamento dell'azionariato e che si prospetti in futuro una vendita: "Il bello deve ancora venire", afferma. "Ad Andrea Guerra vanno i ringraziamenti per l'enorme apporto manageriale e umano fornito in questi quasi cinque anni di intensa attivita'", sottolinea il fondatore di Eataly.

"Andrea ha dato un contributo decisivo per accelerare l'evoluzione della struttura organizzativa. Grazie alla sua esperienza ha favorito lo sviluppo dell'azienda, l'attuale focalizzazione geografica e la grande crescita professionale delle nostre persone". "Lascio la presidenza operativa di Eataly, avendo la consapevolezza che si e' compiuto il percorso disegnato con il supporto degli azionisti per rafforzare ulteriormente la societa' nel mondo", dice Andrea Guerra. "Sono grato a tutte le persone di Eataly per il lavoro svolto insieme in questi anni.
Nicola, con il quale ho lavorato a strettissimo contatto in questi bellissimi cinque anni, e' certamente la persona giusta per guidare la squadra che dovra' compiere l'ulteriore salto evolutivo che Eataly e' pronta a fare".
A febbraio Eataly illustrera' i risultati per l'anno 2019 che puo' essere definito come un ulteriore anno di grande crescita globale della societa'. 

in data:10/01/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion