Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Eataly New York celebra le eccellenze Dop e Igp italiane

Agronews

Eataly New York celebra le eccellenze Dop e Igp italiane

Il progetto “Uncommon Flavors of Europe” dei Consorzi di Tutela Formaggio Asiago, Speck Alto Adige e Pecorino Romano protagonista di otto settimane di eventi

Roma- Il progetto “Uncommon Flavors of Europe” dei Consorzi di Tutela Formaggio Asiago, Speck Alto Adige e Pecorino Romano sarà protagonista di otto settimane di eventi a New York. A partire dal 15 gennaio 2020, Eataly New York celebra Asiago Dop Speck Alto Adige Igp e Pecorino Romano Dop attraverso degustazioni, eventi speciali e menu dedicati nei punti vendita Eataly Flatiron.

 Riconosciuto come uno dei dieci progetti italiani approvati dalla Commissione Europea all’interno del programma di promozione europeo "Enjoy, it's from Europe” nel triennio 2017-2019 e dichiarato, nel gennaio 2018, caso di successo europeo, “Uncommon Flavors of Europe” ha perseguito lo scopo di rafforzare la riconoscibilità, da parte del consumatore, delle caratteristiche distintive del prodotto d’origine, in contrapposizione con i prodotti denominati “comuni”, ovvero generici nei mercati USA e Canada.

Nella Grande Mela, “Uncommon Flavors of Europe” verrà celebrato da Eataly Flatiron con un menu speciale dedicato, corsi di formazione per il personale e una masterclass aperta al pubblico, in programma il 17 gennaio 2020. Dopo aver aperto la sua prima sede negli USA nel 2010, Eataly è, infatti, il fornitore indiscusso del cibo italiano di eccellente qualità che si propone da sempre di valorizzare i piccoli produttori nelle attuali sei sedi negli Stati Uniti e trentasette in tutto il mondo.

 

 

in data:14/01/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion