Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Fase 2: chef stellato Marco Sacco riparte puntando sul giardino

Agronews

Fase 2: chef stellato Marco Sacco riparte puntando sul giardino

Marco Sacco, lo chef due stelle Michelin che gestisce due ristoranti sul territorio piemontese (Piccolo Lago, sulle rive del lago di Mergozzo a Verbania, e Piano35, all'ultimo piano del grattacielo Intesa Sanpaolo a Torino) si appresta a riaprire i battenti dopo un lungo periodo di chiusura. Si ricomincia il 1 giugno. A Verbania, 'Il Piccolo Lago' aprira' sin dalle 10 del mattino con un nuovo servizio di bistrot nel giardino che si affaccia sull lago prealpino piu' pulito d'Europa. Una proposta giardino attiva sette giorni su sette.

"Noi ristoratori, per primi, dobbiamo parlare a chi vive qui o a chi uscendo dalle citta' cerca luoghi dove respirare bellezza e serenita'" - dice Marco Sacco - Vogliamo essere un punto di riferimento per l'intera stagione estiva per tutti coloro che desiderano passare una mezza giornata a piedi nudi sull'erba, fare un giro gastronomico a bordo della nostra barca rigorosamente elettrica, o semplicemente provare la nostra cucina in uno scenario incantevole". Alla sera, sempre a partire dal 1 giugno, il 'Piccolo Lago' riaccendera' invece le luci della sua grande sala e tornera', dal mercoledi' alla domenica, a proporre la sua visione di alta cucina. L'offerta stellata e' stata rimodulata e ora dara' la possibilita' ai clienti di poter scegliere tra due menu, "Storico" e "Innovativo". A

Torino invece Piano35 aprira' inizialmente la sera, dalle 19.30 alle 22.00. Il locale manterra' i suoi 60 coperti e molti dei tavoli verranno distribuiti lungo tutto il perimetro della serra bioclimatica. Questa nuova sistemazione logistica permettera' ai clienti di cenare affacciandosi sul panorama unico della citta' sabauda e godere della straordinaria atmosfera del moderno giardino progettato da Renzo Piano a 150 metri d'altezza.

in data:21/05/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion