Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Gemellaggio Roma-Parigi per i mercati agroalimentari

Agronews

Gemellaggio Roma-Parigi per i mercati agroalimentari

La sinergia, destinata ai incentivare il commercio dei prodotti agricoli, riguarda il Car e Semmaris

Roma-  Gemellaggio fatto tra il Centro Agroalimentare di Roma e il Mercato Internazionale di Parigi-Rungis (Semmaris). La sigla dell’accordo è  avvenuta presso il Comune di Roma  alla presenza dei vertici delle due societa'. Obiettivo della sinergia- si legge in una nota-  è quella di incentivare il commercio dei prodotti agricoli romani a Parigi e quelli della Capitale francese nella Citta' eterna. Promuovere gli scambi professionali ed interculturali. Impostare insieme una rete di Market place e di commercio on line. La firma del patto destinato a promuovere le eccellenze agroalimentari delle due citta', a partire dal biologico, e' avvenuta alla presenza dell'assessore allo Sviluppo economico di Roma Capitale, Carlo Cafarotti, del presidente e del direttore Generale del Car, rispettivamente Valter Giammaria e Fabio Massimo Pallottini, del presidente della Camera di Commercio, Lorenzo Tagliavanti, e di Stephane Layani, ceo di Semmaris.

"Questa sinergia- ha spiegato Giammaria- ci portera' a realizzare insieme anche progetti ambiziosi e portarli nelle realta' internazionali. Il centro di Guidonia dal 2002 ad oggi e' diventato il primo mercato agroalimentare in Italia e il quarto in Europa (il primo e' proprio quello di Parigi, ndr). Con questo patto cresceremo ancora e metteremo in campo una grande collaborazione". Pallottini ha aggiunto che il patto "rappresenta una consacrazione di un'amicizia e di una vicinanza che intende crescere nei prossimi anni". Tagliavanti dal canto suo ha chiarito come "questo accordo sia importantissimo perche' lega due mercati di citta' per molti versi simili. Fara' bene ad entrambi: il Car e' una moderna struttura economica al servizio del commercio romano che pero' e' anche un presidio per la salubrita' dei prodotti e della cultura alimentare del Paese". Cafarotti ha concluso ricordando che "come soci del Car siamo contenti di un gemellaggio davvero strategico. Ma lo siamo anche come cittadini".

in data:11/09/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo