Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Gli studenti dicono sì all’acqua del rubinetto

Agronews

Gli studenti dicono sì all’acqua del rubinetto

Aqua Italia, federata Anima-Confindustria, divulga i dati della ricerca Open Mind Research relativi alla propensione al consumo

Roma- Il 47,1% degli studenti dichiara di bere acqua del rubinetto sempre o quasi sempre e i motivi per cui la scelgono sono la comodità (32,1%) e perché è buona (30,1%). E’ quanto emerge dall’indagine Open Mind Research commissionata da Aqua Italia, federata Anima - Confindustria . Gli analisti hanno quotato la propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, da parte degli studenti al 72%.

Il 19,9% dichiara di avere almeno un dispositivo di trattamento dell'acqua nella propria abitazione e tra coloro che lo utilizzano quello più diffuso è la caraffa filtrante (6,4%), seguita dagli apparecchi con filtro per l’eliminazione di cloro e/o altre sostanze indesiderate (5,8%). Nel 12,2% dei casi gli intervistati hanno dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.

Inoltre, si è indagato su quanto gli studenti siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa, il 18,3% la consuma già negli esercizi commerciali e il 55,8% la berrebbe se gliela offrissero.

Si è anche verificato quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mette a disposizione acqua potabile refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 52% e il 64,2% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio.

in data:10/09/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion