Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » L’Officina. Cucina dal Mondo, playlist gourmet dal tocco fusion

L'indirizzo

L’Officina. Cucina dal Mondo, playlist gourmet dal tocco fusion

Aperto a Roma, nel quartiere Prati, il ristorante che permette di fare un viaggio internazionale miscelando la cucina asiatica con quella mediterranea

Roma- Il menù è una playlist  composta da una gastronomia dai tocchi fusion in cui spezie asiatiche si fondono con i profumi mediterranei. Il resto del piacere è invece scandito dal  passare delle ore e da una unica impronta: qualità dei prodotti e accostamenti insoliti e intriganti. Tutto questo è L'Officina.Cucina dal Mondo (Via G. Avezzana, 19/21) ristorante aperto nel borghese quartiere Prati della Capitale con l’intento di piacere con un viaggio dall’aspetto internazionale.

Ecco quindi che grazie alla maestria di due chef che si alterneranno in cucina, Dario Murolo in servizio per l’ora di pranzo ed Emiliano De Stefano per la cena,  a metà della giornata  ci si può divertire a "costruire" il piatto scegliendo direttamente dalla vetrina e optando per basi come riso basmati, venere, integrale, orzo, farro, quinoa oppure cous cous da abbinare con pesce, carne e verdure con il risultato di avere Ceviche di baccalà al lime, zenzero e avocado, Salmone in crosta di panko aromatizzato con spezie indiane e magrebine, Arrosto di tacchino in salsa di ananas e cocco, Arista di maiale cotta a bassa temperatura in salsa yakitori, doppio sesamo tostato e purea di mele e porro o ancora Polpette di carote, quinoa, mandorle e zest di limone, Radicchio al forno con melle, porro e semi di aneto indiano, Cruditè di cavolo cappuccio, semi, mango e avocado.

Ramen e noodles, samosa e gyoza, sushi e sashimi, ceviche e gazpacho sono invece protagonisti della proposta serale.  Nella carta si può scegliere, per fare qualche esempio, una Zuppetta di gamberi al curry e latte di cocco, Ceviche di salmone con insalata croccante, Tartare di Fassona e bagnetto al lime o un Tofu Nero con crema di piselli al basilico e patata viola croccantePunta di diamante della proposta il ramen, in quattro versione: Ramen in brodo vegetale con funghi shitaki e seitan, Ramen in brodo con carne, verdure e pancetta croccante, Ramen in brodo con pesce, verdure, gamberone e naruto, Ramen thai curry verde, cocco e gamberi. Fusion anche la chiusura in dolcezza come con il Gelato al sesamo nero con frutta fresca e l’Eclair al the Matcha. Quanto al beverage, i vini sono alla mescita con una particolare attenzione alle etichette del Sud Africa.

Gianluca Pacella

in data:05/07/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo