Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » La frutta fresca nel menù rende più appetibile il ristorante

Filiera Corta

La frutta fresca nel menù rende più appetibile il ristorante

La tendenza del consumatore emerge dal sondaggio dell'Unione nazionale consumatori nell'ambito campagna di informazione 'Nutritevi dei colori della vita' di Unaproa. La preferenza è pari al 71 per cento del campione di studio

Roma- Un ristorante che propone un menù con una più ampia scelta di frutta fresca è maggiormente gradito dal consumatore per una quota pari al 71 per cento del campione di studio. E’ quanto emerge dal sondaggio 'Frutta e verdura al ristorante: soddisfatto dell'offerta?' lanciato dall'Unione nazionale consumatori sul sito www.consumatori.it e sui suoi canali social e i cui risultati sono stati presentati oggi nella conferenza stampa della campagna di informazione e promozione 'Nutritevi dei colori della vita', promossa da Unaproa e cofinanziata da Unione europea e Stato italiano. E ‘ stato rilevato inoltre che 18 rispondenti su 100 pensano che una maggiore offerta sul menù è preferibile ma non indispensabile e 11 su 100 non la considerano una discriminante fondamentale.

Si segnala inoltre che il 47% degli utenti ha dichiarato di inserire sempre frutta e verdura nella propria alimentazione e vorrebbe sapere in anticipo quali ristoranti ne offrono una selezione più ampia così da preferirli ad altri, il 40% ha risposto che probabilmente gli piacerebbe disporre preventivamente di queste informazioni, mentre per 13 consumatori su 100 non si tratta di un'informazione rilevante ai fini della scelta.

Indagata anche la preferenza dei consumatori sulla frutta italiana rispetto a quella esotica: più della metà dei rispondenti al sondaggio ha manifestato la sua preferenza per la sola frutta italiana, il 43% ritiene sia indifferente e che 'va bene trovare di tutto un po'' e il 2% ha affermato di preferire la frutta esotica. Sui motivi che invoglierebbe le persone a ordinare maggiori quantità di frutta al ristorante emerge invece che 27 consumatori su 100 hanno risposto di essere soddisfatti dell'offerta dei ristoranti così com'è, il 61% dei rispondenti sarebbe più stimolato a ordinare frutta se i ristoranti la proponessero già sbucciata-tagliata e il 12% pensa che forse sarebbe attratto dall'idea perché a volte non ordina frutta proprio perché è da sbucciare-tagliare. Focalizzando poi l'attenzione sulle proprietà nutritive di questi alimenti, più della metà delle persone vorrebbe conoscerle, per il 36% degli utenti potrebbe essere un valore aggiunto, 9 su 100 non sono interessati a questo tipo di informazioni. Inoltre, è stato chiesto come viene giudicata l'offerta nei ristoranti di verdure cotte e crude e se per il 10% dei partecipanti al sondaggio va bene così com'è e il 22% considera preferibile (ma non indispensabile) una maggiore offerta, è interessante scoprire che per il 68% è del tutto insufficiente.

in data:25/01/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”