Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » La mozzarella di bufala seduce Usa, Canada e Messico

Agronews

La mozzarella di bufala seduce Usa, Canada e Messico

Il risultato emerge da un’indagine dell’’Associazione delle 78 Camere di Commercio Italiane all’Estero (Ccie) e Unioncamere sulle tendenze di consumo dei prodotti italiani

Roma- E’ la mozzarella di bufala, selezionata dal 47,5% del campione totale, il prodotto agroalimentare made in Italy più apprezzato negli  Stati Uniti, Canada e Messico. Il risultato emerge da un’indagine dell’’Associazione delle 78 Camere di Commercio Italiane all’Estero (Ccie) e Unioncamere  sulle tendenze di consumo dei prodotti italiani. L’analisi è stata realizzata nell’ambito del Progetto “True Italian Taste” promosso e finanziato dal ministero dello Sviluppo economico. Obiettivo dell’indagine, sondare le potenzialità di consumo, abitudini e tendenze di acquisto degli influencer del food & wine nei tre Paesi del continente americano.

La mozzarella di bufala  è risultata l’alimento più scelto dai canadesi (57,3%) e dai messicani (48,4%), classificandosi invece al secondo posto negli Stati Uniti (42,5%). Tra i formaggi sono risultati molto apprezzati anche il gorgonzola (39,3% del campione totale), l’Asiago (33,8%) e il mascarpone (27,4%).

Al secondo posto tra i prodotti più scelti dagli influencer (38,5%) la pasta fresca, che si è posizionata al primo posto negli Stati Uniti (46,4%), al secondo posto in Messico (45,2%), mentre in Canada il prodotto si è classificato al 17° posto (22,7%), a fronte di una spiccata preferenza per le olive in salamoia (41,8%).
Con riferimento alla fascia di età dei millennials (18-34 anni), gli influencer confermano le preferenze del campione generale che vedono pasta fresca (41,7%), mozzarella di bufala (41,7%) e gorgonzola (39,3%).  I giovani si rivelano “intenditori del Made in Italy” selezionando nel paniere dei loro primi 20 alimenti preferiti anche dolci tipici delle festività quali il panettone (20,2%) e vini come lo Spumante Alte Langhe del Piemonte (22,6%).

in data:09/09/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion