Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Le Strade della mozzarella: ultima tappa a Copenaghen

Agronews

Le Strade della mozzarella: ultima tappa a Copenaghen

Ultima tappa a Copenaghen lunedi 29 ottobre per il  congresso internazionale di cucina d'autore Le Strade della mozzarella (Lsdm) e la mozzarella di Bufala Campana Dop.  Sono  previsti cinque laboratori che vedranno protagonisti chef e maestri pizzaioli italiani, tra i quali alcuni che da anni hanno eletto Copenaghen come luogo d'adozione. Le attività si svolgeranno presso il ristorante Brace (Teglgårdstræde, 8A). In calendario anche approfondimenti che riguarderanno  prodotti a Indicazione Geografica del paniere agroalimentare della Penisola. Previsti focus sulla dieta mediterranea, iscritta dall'Unesco nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità, sul biologico e, in generale, sulle filiere agroalimentari sostenibili.

Un'ultima tappa del 2018 - spiegano Barbara Guerra e Albert Sapere, ideatori di Lsdm - che mira a valorizzare, ancora una volta, le immense potenzialità del variopinto paniere agroalimentare italiano. A indagare sulle capacità dei nostri prodotti saranno soprattutto giovani chef italiani che lavorano fuori dal Bel Paese; uno sguardo dunque diverso, da parte di chi giornalmente si prodiga nella diffusione della cultura del cibo italiano, a volte sperimentando intelligenti commistioni con le tradizioni culinarie locali. Questa che sta per concludersi- aggiungono-  è stata per noi un'annata sicuramente positiva, che ha visto grande partecipazione, di pubblico e addetti ai lavori, in tutti i nostri eventi, sia in Italia che all'estero. Un successo dovuto in primis al Made in Italy, un "brand" che continua ad affermarsi nel mondo grazie al suo essere sempre attuale e oltre le mode."

in data:25/10/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo