Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Made in Italy scelto più per gli alimenti che per la moda

Filiera Corta

Made in Italy scelto più per gli alimenti che per la moda

Emerge dalla Global Brand-Origin Survey realizzata da Nielsen su un campione di oltre 30.000 individui in 61 Paesi tra cui l'Italia. A preferire i prodotti locali sono il 71% dei connazionali

Roma- Il made in Italy è scelto dal 71 per cento degli italiani per gli alimenti (+7 punti rispetto alla media europea), mentre il 25% lo sceglie per la moda. E’ quanto emerge dalla Global Brand-Origin Survey realizzata da Nielsen su un campione di oltre 30.000 individui in 61 Paesi tra cui l'Italia, secondo cui il 37% della popolazione italiana sceglie marche globali quando si tratta di acquistare articoli di abbigliamento o calzature, mentre il 38% e' indifferente all'origine del brand. Secondo il sondaggio, gli italiani preferiscono prodotti locali nel latte (66%), pelati (61%), gelati (60%), acqua (54%), yogurt (52%), biscotti (48%), succhi di frutta (45%), latte in polvere per bambini (42%). La scelta ricade invece su marchi globali per le bevande analcoliche frizzanti (40%).

Lo studio di Nielsen mette a fuoco, inoltre, qual e' il vissuto dei consumatori italiani in rapporto all'origine dei marchi dei prodotti acquistati. Per quanto riguarda quelli locali, il sentiment degli italiani e' quello di affidabilita' (46% Italia rispetto al 44% media Ue) e di vicinanza al consumatore (50% contro 47%). L'intenzione di supportare l'economia locale acquistando prodotti esclusivamente italiani incide in ragione del 61% del campione (60% media Ue).

Nel caso dei marchi globali gli intervistati dichiarano di essere attratti dai prodotti innovativi immessi sul mercato dalle multinazionali (48% Italia). Infine, un italiano su tre (30%) dichiara di orientarsi verso brand locali perche' ricerca i vantaggi di prodotto - per esempio migliore aroma/sapore - il 29% quelli che ricercano la genuinita' degli ingredienti e dei processi di preparazione dei prodotti. Il 13% degli italiani compra marchi locali perche' spinto dall'orgoglio nazionale, dato inferiore a quello di altri Paesi europei (Russia e Gran Bretagna al 18%).

in data:26/04/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno