Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » L'indirizzo » Maybu, un Tex- Mex da fiesta

L'indirizzo

Maybu, un Tex- Mex da fiesta

Aperto a Roma, nel quartiere Prati, il fast food che propone la versione americanizzata della tradizione messicana nella formula della cucina espressa

Roma- Andarci soprattutto di martedì  è come fare un vero  e proprio tuffo nel Messico grazie alla performance settimanale dei Mariachi, gruppo  musicale tipico dell'ovest del Paese del Centro-America. Ma  sedersi a tavola nel secondo giorno della settimana da Maybu (Via Candia 113) ,  nuovo fast food gourmet aperto nella zona Prati di Roma,  è anche  occasione per ricordare  il film La  Grande Bellezza di Paolo Sorrentino  (Premio Oscar come miglior film straniero) proprio per l’esibizione degli stessi artisti musicali protagonisti di alcune scene della pellicola incentrata sulla città di Roma. Insomma un vero e proprio mix di tradizione, buon mangiare e cultura dal sapore latino- americano che per tutti i gourmet sapienti non può essere saltato.

Ecco quindi che una sosta da Maybu, locale nato  da un’idea di Diana Beltran, chef messicana originaria di Acapulco , romana d’adozione e  volto di Gambero Rosso Channel, è la chance per farsi coccolare da Margaritas e Burritos per mezzo di una cucina tutta espressa che regala una fusione Tex-Mex (versione americanizzata della tradizione messicana)  che permette un incontro tra il Messico e gli Stati Uniti in uno spazio di 150 metri quadrati con 70 coperti. La proposta, messa in piedi Diana Beltran, autrice del libro “Cucine del Mondo – Messico” e proprietaria anche del ristorante La Cucaracha aperto nel 2002 nelle vicinanze di via Candia 113, è tutta articolata in una formula veloce preparata in tempo reale e da consumare con le mani per un prezzo che va per un  burrito, da 9 euro per 500 gr,  7 euro per  300 gr . Gli ingredienti utilizzati sono tre tipi di carne con il risultato di avere il chili con carne, carne di maiale (carnitas) e pollo allevato a terra che dialoga con la variante vegetariana a base di riso, bianco o piccante, fagioli neri, cheddar fuso e verdure miste oppure con la quinoa.  Tra le salse non manca l’acclamatissima guacamole (con avocado, cipolla, pomodori, coriandolo), la salsa di chipotle, un mix di peperoncino chipotle affumicato e la salsa verde messicana in purezza, la pico de gallo, a base di pomodoro, coriandolo, cipolla e lime. L’abbinamento perfetto consigliato  è invece  con il tradizionale margarita, il cocktail messicano più famoso al mondo, a base di tequila, triple sec e succo di lime.

Tra le proposte di Maybu anche insalata servita in un cestino di tortillas e nachos (9 euro), mentre per il beverage si trova il free refill: su tutte le bevande si paga solo la prima consumazione (3 euro) e il bicchiere sarà sempre pieno. Tutto il menu è stato pensato per essere consumato in loco, mangiato nel packaging da street food oppure ordinato tramite il servizio di take-away.

Gianluca Pacella

in data:26/04/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo