Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Perchè aprire un blog che aiuti a vendere online i tuoi prodotti alimentari

Filiera Corta

Perchè aprire un blog che aiuti a vendere online i tuoi prodotti alimentari

E così hai pensato di aprire una nuova attività agroalimentare e lanciare il tuo e-commerce di prodotti alimentari. Hai selezionato con cura i tuoi fornitori. Hai analizzato i competitor già presenti sul mercato, studiandone punti di forza e di debolezza. Hai sbrigato tutta la burocrazia necessaria, hai trovato la soluzione di logistica aziendale per la spedizione della merce veloce ed economica. Ma… al blog da integrare nel tuo ecommerce hai pensato?

Già perché un blog può essere una mano santa per aiutarti a far conoscere il tuo ecommerce, a farlo arrivare direttamente agli occhi dei potenziali clienti. Insieme ad un’accurata strategia social, poi, i tempi possono migliorare ancora di più, si intende.

Ecommerce: perché ha bisogno di un blog

La presenza di un blog integrato in un ecommerce è un trampolino di lancio che, se sfruttato al meglio, può incrementare visite e vendite in tempi (relativamente) ridotti.

Un blog è utile perché in grado di rispondere a domande mirate e specifiche sui prodotti e sul mondo ad essi correlato. E Google ci insegna che se rispondi con competenza, esperienza e professionalità alle domande dei naviganti, puoi star certo che la democrazia del web ti premia.

E allora comincia da subito a pensare ai possibili argomenti del tuo piano editoriale e fallo in chiave pratica. Evita di perdere tempo con i comunicati stampa o con le pubblicazioni di partecipazioni ad eventi per tessere le lodi dei tuoi prodotti.

Trattandosi di prodotti agroalimentari, siamo pronti a scommettere che ci sono tante storie da raccontare su come nasce il prodotto, sull’artigianalità e la manualità necessarie per ottenerlo, sulle differenze di odori e sapori dalle fotocopie industriali, sui possibili abbinamenti con altri cibi e con i prodotti della lunga tradizione enogastronomica italiana.

E perché non parlare di salute? Quasi tutti i prodotti della nostra Terra ci aiutano a rafforzare il nostro corpo e le nostre difese immunitarie o sono particolarmente utili per migliorare specifici problemucci di salute.

Ad esempio, la cipolla di Tropea ha particolari proprietà antibiotiche e antiossidanti. Il pomodoro è adatto per regimi dietetici ipocalorici ed è ricco di sali minerali. Il caciocavallo garantisce un ottimo apporto di proteine, vitamine e calcio.

Tutte informazioni utili da far conoscere, in chiave personalizzata, ai tuoi potenziali clienti.

Blog: quali argomenti nel piano editoriale

Ma come riuscire a distinguersi nel mare magnum dei contenuti online? Diciamoci la verità: il tuo non è l’unico ecommerce online e di certo esistono già diversi blog che parlano dei prodotti agroalimentari da diverse prospettive.

Ma se vuoi che il blog sia di supporto al tuo ecommerce devi definirlo all’inizio dell’avventura: è durante la stesura del piano editoriale che decidi se e come farai la differenza!

Puoi fare molto più che presentare i tuoi prodotti come un cartellino nutrizionale.

Puoi capire e soddisfare le esigenze del pubblico, come per esempio la consegna della spesa a domicilio in 24 ore, affrontando gli argomenti che ruotano intorno ai tuoi prodotti o risolvendo problemi specifici con i tuoi prodotti o creando una guida salutista che vede i tuoi prodotti attori principali. Puoi anche parlare di territorio e cucina tipica. Insomma puoi cercare di dare un valore aggiunto che include i prodotti ma riesce ad andare oltre.

Puoi affrontare gli argomenti in modo da creare relazioni grazie ai commenti e alle interazioni che nascono attorno agli articoli: in questi casi oltre all’argomento è importante il modo in cui si decide di raccontarlo: più tocca le corde dell’anima, più i lettori vorranno raccontare la loro personale esperienza in merito. Racconta la tua storia, col cuore: le persone comprano dalle persone.

Puoi anche usarlo come luogo di risposta alle domande che i clienti ti fanno più spesso e spiegare in chiave personale, semplice e diretta la gestione delle cose. Se un cliente si lamenta di un prodotto, informare sui corrieri e tempi di spedizioni della merce o se c’è stato un problema con le consegne, se il codice coupon non ha funzionato (anche se solo una volta), usa il blog per chiarire, per rassicurare, per garantire che dietro un sistema digitale ci sei tu e che quindi, se un problema dovesse verificarsi, si troverà sempre un modo per risolvere le cose.

Il blog può essere un ottimo compagno di viaggio per un ecommerce, ma devi essere pronto ad investire all’incirca un anno del tuo tempo, con costanza e dedizione e senza mai perderti d’animo. D’altra parte sai meglio di noi che “chi semina, raccoglie”, altrimenti non avresti aperto un ecommerce di prodotti agroalimentari.

La tua opinione

E tu hai già iniziato a lavorare ai contenuti per il blog da associare al tuo ecommerce? Hai trovato gli argomenti o il modo di trattarli che ti differenzi dal resto del mondo o vorresti parlarci delle tue titubanze? Ti aspettiamo nei commenti.

Danilo Polidori

in data:30/05/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno