Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Roma: partono i corsi professionali per pizzaioli della scuola Coquis

Agronews

Roma: partono i corsi professionali per pizzaioli della scuola Coquis

Prende il via il 18 aprile il nuovo ciclo di lezioni professionali per pizzaioli di Coquis, Ateneo italiano della Cucina (Via Flaminia, 575-Roma), guidato dallo chef stellato Angelo Troiani (Il Convivio, Acquolina Hostaria). Il percorso formativo è finalizzato a formare operatori del settore con competenze sulla gestione completa di una pizzeria. Gli incontri formativi, riconosciuti e approvati dalla Regione Lazio con validità su tutto il territorio nazionale ed europeo, consentiranno- si legge in una nota-   a tutti gli allievi partecipanti di acquisire conoscenze, capacità pratiche e piccoli segreti necessari per preparare un'ottima pizza: dall'impasto alla lavorazione, dalla cottura alla scelta degli ingredienti, alla conoscenza dei diversi tipi di farina e lievitazione.

Le ore di insegnamento- si spiega ancora-  permetteranno nello specifico agli studenti di apprendere caratteristiche fisiche, chimiche, biologiche e nutrizionali delle farine e degli  ingredienti utilizzati nelle farciture oltre alle modalità di funzionamento dei forni (a legna, elettrici) con lo studio delle tecniche di cottura in relazione alle varie tipologie di pizza. Novità e valore aggiunto al corso da pizzaiolo professionale sarà invece lo studio e formazione nel campo della nutrizione e della merceologia. Viene ricordato infine che il percorso formativo in sede prevede uno stage curriculare di laboratorio presso strutture selezionate dall’Ateneo in cui terminare gli studi e al fine di applicare tutte le nozioni studiate alla realtà di una pizzeria, imparando la gestione degli spazi e i ritmi di una brigata durante un servizio. Lo stage curriculare curriculare- concludono nella nota-  è da intendersi parte integrante del percorso di studi ed è pertanto obbligatorio per ricevere la qualifica.

 

in data:11/04/2017

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    La Top ten delle etichette più belle d'Italia: ORNELLAIA 2011 (ORNELLAIA)

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”