Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Sicurezza alimentare: 143mila i controlli nei grandi e piccoli supermercati italiani

Agronews

Sicurezza alimentare: 143mila i controlli nei grandi e piccoli supermercati italiani

E’ quanto emerge da uno studio di The European House - Ambrosetti

Roma- Nel 2017 sono stati effettuati nei punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata (Gdo) 2 milioni e 300 mila test (pubblici e privati).  I controlli delle autorità competenti sono stati 143 mila nei 26 mila grandi e piccoli supermercati italiani. Le visite di controllo sono state mediamente tra le 5 e 6 volte in un anno ogni punto vendita.  E’ quanto emerge da uno studio di The European House - Ambrosetti.

Lo studio di The European House - Ambrosetti è arricchito da una survey sui responsabili sicurezza e qualità delle imprese distributive dalla quale risulta che il 70% delle insegne ha aumentato gli investimenti nella sicurezza alimentare, con una spesa annua che per alcune aziende può arrivare anche a 5 milioni di euro. Investimenti destinati a crescere ulteriormente nei prossimi cinque anni, specie in nuove tecnologie che renderanno più semplici ed efficaci i processi legati alla qualità e alla sicurezza: dal Qr Code per migliorare il controllo sullo stato di conservazione dei prodotti (smart label) alla Blockchain per migliorare la tracciabilità; dal Rating dei prodotti venduti on line al Cloud per l’integrazione dei database e dei parametri per valutare i fornitori.

Dalla survey emerge che la Distribuzione Moderna – ha commentato il  Managing Partner e Ceo di The European House – Ambrosetti Valerio De Molli-  sta impiegando risorse crescenti nella gestione della qualità e della sicurezza alimentare aumentando il personale e gli investimenti tecnologici negli Uffici Controllo Qualità. La sicurezza alimentare è un tema che viene seguito ormai direttamente dai vertici di quasi tutte le insegne distributive: nel 78% dei casi la funzione sicurezza e qualità dipende direttamente dall’Amministratore delegato”.

in data:10/01/2019

Cerca

Multimedia

  • video

    Food delivery, fatturato a 350 milioni di euro nel 2018, + 69%

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo