Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Spesa alimentare cresce del 7%. Effetto lockdown

Filiera Corta

Spesa alimentare cresce del 7%. Effetto lockdown

Ismea, è la variazione più forte degli ultimi dieci anni. L'incremento riguarda il primo trimestre del 2020

Roma-  L'effetto del lockdown del mese di marzo fa crescere la spesa nel primo trimestre 2020.  L’incremento su base annua è del 7% ed è la variazione più forte degli ultimi dieci anni. E’ rilevato, con i dati dati del Panel Ismea Nielsen, un deciso balzo dei consumi delle famiglie nel mese di marzo (+18%), che ha dato slancio a tutto il trimestre.

A fare da traino nella dinamica del primo trimestre ancora i prodotti a Largo Consumo Confezionato (Lcc, +9,7%), a cui si è maggiormente rivolta l'attenzione nelle prime settimane di emergenza, ma anche per i prodotti freschi sfusi la spesa inverte il trend e diventa positiva (+1,1%). Nel solo mese di marzo le vendite per i prodotti confezionati hanno registrato incrementi del 20% e quelle per i freschi sfusi del 9%. Nel carrello, in fase di emergenza, perdono posizioni le bevande che pur aumentando del 5,2% su base annua mostrano - diversamente dai periodi precedenti - un impulso meno deciso rispetto ai generi alimentari (+7,2%).

in data:05/05/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    "Un americano a Roma" ispira menu di Luce, ristovilla capitolina

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno