Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Tutto pronto per la 37esima edizione del Premio Alambicco d’Oro

Agronews

Tutto pronto per la 37esima edizione del Premio Alambicco d’Oro

La produzione spiritosa italiana torna in passerella con la 37esima edizione del Premio Alambicco d’Oro, concorso nazionale promosso da Anag, fresca di nuovo statuto e nuovo nome: Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa ed Acquaviti. Confermata e consolidata, invece, la formula della manifestazione, aperta a grappe, acquaviti d’uva e Brandy in arrivo da tutta Italia. In palio, come ogni anno, ci saranno medaglie Best Gold, Gold e Silver e i due premi speciali che da alcuni anni accompagnano il concorso: quello riservato alla distilleria che otterrà il miglior punteggio complessivo sommando le medaglie ricevute da prodotti propri e da quelli distillati per conto terzi e “Il vestito della grappa”, riservato alla bottiglia giudicata più bella per etichetta e forma da una giuria composta da giornalisti, architetti e operatori esterni al mondo della distillazione. I prodotti spiritosi possono essere inviati fino al 15 marzo, mentre la selezione degli assaggiatori Anag si svolgerà nel mese di aprile.

Tutti i prodotti saranno giudicati, come ogni anno, in maniera anonima da assaggiatori Anag “patentati” al termine dei corsi Anag di secondo livello. Nelle settimane che precedono la selezione del Premio Alambicco d’Oro, gli assaggiatori coinvolti parteciperanno ad ‘allenamenti’ organizzati in tutta Italia da Anag per prepararli a valutare i prodotti in arrivo da regioni e zone diverse da quelle di provenienza e giudicare i distillati con uniformità e correttezza dei giudizi, seguendo la scheda di valutazione adottata da Anag.

Prodotti e categorie spiritose in gara. Saranno ancora nove le categorie del Premio Alambicco d’Oro 2020 rivolto, come ogni anno, a distillerie e aziende vitivinicole che producono “grappe di fattoria” ottenute con le loro vinacce da distillerie esterne. Le grappe saranno divise in giovani; giovani aromatiche (provenienti da vitigni aromatici); giovani ed aromatiche che hanno subìto permanenza in legno e aromatizzate. Quattro, invece, le categorie per le acquaviti d’uva: giovani; giovani aromatiche (provenienti da vitigni aromatici); giovani che hanno subìto permanenza in legno e aromatiche che hanno subìto permanenza in legno.

in data:12/02/2020

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion