Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » UniPegaso: una nuova opportunità

Agronews

UniPegaso: una nuova opportunità

Il lavoro sembra essere totalizzante nella vita frenetica di questi anni, mentre il tempo per studiare e raggiungere la sudatissima laurea, quella che si è accantonata appena si è trovato lavoro, è molto lontana. Un cane che si morde la coda. Ma una soluzione c’è: UniPegaso. È la prima università a Km Zero, con oltre 70 sedi e ben 500 poli didattici presenti in tutta Italia. I titoli accademici rilasciati al termine dei percorsi di studio hanno lo stesso valore legale dei titoli rilasciati dalle università tradizionali. Si può inoltre iscriversi in ogni momento dell’anno, senza aspettare per forza settembre o le iscrizioni canoniche. Oltre alla qualità elevata, i percorsi formativi di Pegaso sono molto vantaggiosi grazie alle oltre 500 convenzioni che l'Ateneo ha stipulato.
 
Studiare online è facile e alla portata di tutti: un nuovo modo di vedere l’istruzione, con la possibilità di scegliere dove e quando farlo. Pegaso è l'università adatta a tutti: giovani, adulti, lavoratori e diversamenti abili. La retta annuale per i giovani studenti d'età compresa tra i 17 e i 20 anni che si iscrivono al primo anno di università è di 1.000 € invece di 3.000 €, quindi sicuramente alla portata di tutti. 
 
 #unipegaso #ad

in data:11/07/2018

Cerca

Multimedia

  • video

    Il Maestro Pupi Avati evoca la sacralità della tavola e ricorda la centralità del cibo

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    Spreco alimentare, il consorzio Zampone e Cotechino Modena Igp invita al riuso creativo