Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » La Forchetta Dispettosa » Sala Stampa spuntata a Identità Golose 2016. Viva la rassegna che shakera il mondo del food

La Forchetta Dispettosa

Sala Stampa spuntata a Identità Golose 2016. Viva la rassegna che shakera il mondo del food

La messa cantata di Paolo Marchi scivola su una buccia di banana.  La piccola inefficienza che andiamo a denunciare,  a distanza di poche ore dalla chiusura  della dodicesima edizione milanese del congresso internazionale che celebra star dei fornelli,  stelle Michelin,  l’alta cucina d’autore,  novità culinarie e tutto il patinato mondo food,  è sicuramente un’ inezia a dispetto del parterre de roi  presente alla rassegna e soprattutto di fronte alla rodata e portentosa macchina da guerra che organizza con prontezza e capacità Identità Golose anche a Chicago e a New York,  giunte rispettivamente alla terza e settima edizione.

La nostra opinione in ogni caso non vuole essere un controcanto strumentale per cercare una facile attenzione o per essere per forza alternativi  al generalizzato “pensiero unico” sulla bellezza dell’evento. Anzi con la denuncia facciamo  un j’accuse sul nostro modo di operare, ma  non possiamo sottolineare che da parte dell’organizzazione una  piccola lacuna relativa alla Sala Stampa c’è stata.

Ora passando per buono che un’organizzazione non è dovuta e obbligata a mettere a disposizione dei giornalisti accreditati gli strumenti  (Pc, etc) per fare informazione e facendo venia per la nostra negligenza di non avere avuto un  pc supplementare che sostituisse quello rotto non possiamo credere che un Congresso dal pedigree internazionale organizzi una sala stampa solo per l’accoglienza dei giornalisti senza dotarla anche di un solo computer utile alle emergenze. Insomma questa cosa ci lascia perplessi.  E questo lo abbiamo anche detto perché il tema della rassegna organizzata  al Mico, Centro congressi di via Gattamelata, è stato “La Forza della Libertà” e dunque se due+due fa quattro…….

 Per il resto, senza ombra di dubbio ,  viva Identità Golose, la rassegna che shakera in un solo battito d’ali cuochi, giornalisti, opinion maker, influencer, presentatori, appassionati e “merenderos”

Gia. Pac.

in data:09/03/2016

Galleria Video

  • Identità Golose, Paolo Marchi premia l'alta cucina
  • Identità Golose, i dolci liberi di Corrado Assenza

Cerca

Multimedia

  • video

    A Pasqua arriva la colomba al Parmigiano Reggiano di Claudio Gatti

  • foto

    Davide Del Duca di Osteria Fernanda: Amatriciana, guanciale croccante

  • video

    ‘Chef Ma Non Troppo’, Fede&Tinto raccontano “L’Italia in Cucina”