Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Carbonara e penne all'arrabbiata perdono con la lasagna. Milano la città dove si mangia più pasta

Filiera Corta

Carbonara e penne all'arrabbiata perdono con la lasagna. Milano la città dove si mangia più pasta

Il risultato è il frutto di un confronto fatto da Just Eat sulla base delle ordinazioni che quest'anno hanno superato i 7.450 kg. Nel capoluogo lombardo consegne a domicilio pari a 2.100 chilogrammi

Roma-  La pasta più ordinata a domicilio in Italia è la lasagna, seguita dalla carbonara e dalle penne all’arrabbiata. Non vanno male neanche  i tortellini, gli spaghetti alle vongole e i cannelloni. La tipologia invece di pasta preferita sono gli intramontabili spaghetti che se la giocano con paccheri e maccheroni, seguiti da tortellini, ravioli e orecchiette.  E’ quanto emerge da un’analisi di Just Eat (società attiva nel mercato dei servizi per ordinare online pranzo e cena a domicilio) in occasione del World pasta day in programma oggi, 25 ottobre, a Mosca. Sul fronte dei numeri, nell’ultimo anno sarebbero stati ordinati oltre 7.450 kg di pasta dagli oltre 3.900 ristoranti partner che servono pasta attraverso la piattaforma.

Viene inoltre precisato che il 6% del totale di pasta ordinata su Just Eat proviene dalle città di Milano e Roma, dove il centro urbano lombardo mangia 2.100 kg guidati dalla consegna a domicilio di lasagne, e la Capitale consuma 1.870 kg di carbonara che vince senza uguali, seguita a grande distanza da spaghetti alle vongole veraci e amatriciana. Per il resto d’Italia le città che si distinguono sono Torino, Bologna e Napoli. Scendendo verso il Sud Italia inizia a predominare l’influenza marina, con il pesce che contraddistingue quasi tutti gli ordini che viaggiano attraverso il digitale: a Napoli al primo posto ci sono gli spaghetti alle vongole a Palermo le farfalle al salmone.

Ci sono poi alcune zone d’Italia in cui vincono a sorpresa piatti tradizionali di altre regioni come a Lecce le tipiche pappardelle toscane al cinghiale, a Venezia i classici tortellini emiliani e a Trieste tutti pazzi per la carbonara romana.

Ti potrebbe anche interessare

Pasta, food trend da oltre 14 milioni di tonnellate


World Pasta Day, il piatto simbolo della manifestazione sono la penne

 

 

in data:25/10/2016

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno