Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta » Nel frigo si scoprono gli stili di vita degli europei

Filiera Corta

Nel frigo si scoprono gli stili di vita degli europei

La ricerca commissionata dalla multinazionale americana Whirpool (Indesit) ha messo a confronto i consumatori di Italia, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Paesi Bassi, Polonia, Russia e Svezia facendo emergere i "must" presenti nei refrigeratori casalinghi

Roma- Paese che vai frigo che trovi, ma anche famiglia che vai frigo che trovi. Arriva a queste conclusioni una originale ricerca sugli stili alimentari, commissionata dalla multinazionale americana Whirpool (Indesit), che ha messo a confronto otto diversi stili di vita che raccontano di come in Italia, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Paesi Bassi, Polonia, Russia e Svezia il frigorifero rappresenti l'elettrodomestico chiave per una persona su tre. Ma cosa viene conservato con maggiore frequenza nei frigo di casa? In Italia la frutta fresca è il prodotto che, insieme alla verdura, occupa più spazio. Gli italiani sono infatti coloro che acquistano quantità di frutta al di sopra della media. In Francia, Gran Bretagna e Svezia invece, la fanno da padroni i prodotti caseari. I francesi amano in particolare lo yogurt, mentre latte e uova sono conservati in grandi quantità dagli svedesi e dai britannici. Nel frigo dei polacchi si trovano molti affettati, i russi prediligono carne e pesce. Belgi e olandesi amano riempire i loro frigoriferi di bevande di ogni tipo.

Ma è interessante scoprire alcuni "must" sempre presenti nei refrigeratori casalinghi. In quello degli italiani, ad esempio, non manca mai l'acqua minerale (56%). Yogurt (79%) e dessert pronti (47%) sono irrinunciabili per i francesi. Cibi preparati in casa e conservati per durare tutta la settimana sono il 'must-have' dei Russi (64%) che si rivelano quindi i più organizzati d'Europa. Aglio/cipolla (56%) e caffè (33%) sono invece sempre presenti nel frigo degli svedesi. La ricerca rivela anche quale cibo non può mancare nello scomparto più freddo, il freezer. Oltre al ghiaccio e agli alimenti cucinati in casa e surgelati, sono sicuramente conservati i gelati per gli italiani (46%) Prodotti in scadenza, surgelati per evitare che vadano buttati, per i francesi (25%), gelati e pizza per i belgi (34%), gli olandesi (34%) e i britannici (37%). Inoltre, cibi preparati, magari da nonne e mamme, per i polacchi (31%), piatti pronti surgelati (70%) e gelati (45%) per i russi. Infine pane e prodotti da forno per gli svedesi (34%). Il consumo domestico di prodotti surgelati può abbattere del 47% gli sprechi alimentari come rivela una recente ricerca della britannica Sheffield Hallam University.

in data:17/06/2015

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno