Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Agronews » Vini, liquori, acquaviti e aceti, per settore flessione del 9,6%

Agronews

Vini, liquori, acquaviti e aceti, per settore flessione del 9,6%

Federvini, il calo delle vendite è registrato per il periodo gennaio-aprile. Export a +12%

Roma- Trend non positivo per il mercato interno  del vini, liquori, acquaviti e aceti.  Il settore, condizionato dalla situazione economica, registra una flessione delle vendite al dettaglio nel periodo gennaio-aprile: nella Grande distribuzione organizzata (Gdo), rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente il calo è del 9,6% per i vini, del -5% per gli spiriti e del -4,3% per gli aceti.  A rilevarlo è l’Osservatorio Federvini, in collaborazione con Nomisma, presentato all’assemblea generale della Federvini, svolta a Roma.

Critici anche i dati per  Fermi&frizzanti  dove soffrono maggiormente  vini a denominazione Dop.  Gli unici distillati a crescere  nel 2022 sono gin, tequila e vodka, mentre i liquori dolci più venduti sono sambuca e limoncello, ma nel primo quadrimestre 2022 aumentano solo quelli all'uovo. 

Le esportazioni di vino e liquori cresce  nei primi quattro mesi del 2022 nei principali mercati di destinazione: +12% per il settore vini, +45% per il settore spirits e +4,1% per il settore degli aceti.

in data:08/06/2022

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Untitled 53, il cuore oltre l'ostacolo- Patas bravas Rivisitata

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno