Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • Surgelati, nella pattumiera solo il 2,5%

    E' quanto segnala l'Istituto Italiano Alimenti Surgelati (Iias), in occasione della Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare del 5 febbraio

    30/01/2019 19:20

    I surgelati sono tra i cibi meno sprecati solo il 2,5%, tra quelli più gettati invece i risultano esserci i prodotti a breve scadenza, che arrivano fino al 63%. Ogni italiano getta poco meno di 1 etto di cibo al giorno. E' quanto segnala l'Istituto Italiano Alimenti Surgelati (Iias), in occasione della Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare del 5 febbraio. Il report segnala inoltre che il 92% degli italiani (9 su 10) dichiara di sentirsi in colpa buttando il cibo ancora buono, tanto che 4 consumatori su 10 hanno affermato di aver ridotto negli ultimi due anni lo spreco domestico.

  • Cresce il mercato dei "piatti pronti"

    17/01/2019 12:34

    Cresce in Italia consumo di piatti pronti degli italiani all’insegna della salubrità e del made in Italy A rilevare il trend economico del comparto è la quarta edizione dell’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy che, dall’analisi delle etichette di 60.930 prodotti alimentari di largo consumo commercializzati in Italia in ipermercati e supermercati nell’anno terminante a giugno 2018 e digitalizzati dal servizio Immagino,

  • Borsa della spesa più ricca nel 2019

    Raccolta dal Rapporto Coop la volontà degli italiani di spendere di pù per tutte le voci dell'alimentare nei 12 mesi del nuovo anno. Crescono integrali e bio

    06/01/2019 10:35

    Spenderanno di più gli italiani per l’alimentare nel 2019. L’indicazione di mercato emerge dal rapporto “Italia che verrà” realizzato con il sondaggio di fine anno Coop-Nomisma e le previsioni sui consumi del Rapporto Coop redatto dall’Ufficio Studi di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori). Dall’analisi. prodotta con la collaborazione scientifica di Ref Ricerche, il supporto d’analisi di Nielsen, e i contributi originali di Iri Information Resources, Gfk, Demos, Nomisma. Pwc, Ufficio Studi Mediobanca, emerge che il 25% degli italiani è convinto che investirà di più nell'acquisto di prodotti

  • Consumo di pesce: l'Italia è leader nell'Ue con oltre 28 chili procapite all'anno

    Il dato è emerso nel corso della 28° edizione dell'Assemblea Generale delle Associazioni europee dei trasformatori ed importatori di pesce

    22/11/2018 09:42

    Con oltre 28 chili procapite all'anno, l'Italia è al primo posto tra i Paesi membri dell'Unione europea. A fare il punto sullo scenario di questo settore sono i produttori europei che segnalano come il mercato dei prodotti ittici trasformati sia in costante crescita in Europa tanto da diventare il più importante al mondo. E' quanto emerso nel corso della 28° edizione dell'Assemblea Generale delle Associazioni europee dei trasformatori ed importatori di pesce quest'anno tenutasi a Roma in occasione della Giornata mondiale della pesca. Il solo tonno in scatola, infatti, in Italia ha registrato nel 2017 un valore di 1,3 miliardi di euro (dati Ancit), con una produzione nazionale di 75.800 tonnellate e un consumo di 155.000 tonnellate (+3% rispetto al 2016) pari a circa 2,5 kg pro capite.

  • Prodotti “sotto zero”, arriva il vademecum per il buon consumo

    Un decalogo dell'Istituto Italiano Alimenti Surgelati con i 10 principali “Good To Know” sugli alimenti surgelati, per fare chiarezza e sfatare i “falsi miti”

    21/11/2018 10:09

    Quasi 1 su 2 (il 44% dei nostri connazionali) porta in tavola i surgelati almeno 1 volta a settimana (e nel 7% dei casi, addirittura anche più di 2 volte). Tra i consumatori abituali spiccano gli uomini (sono il 48,9%) e in generale gli under 54 (con un picco di consumi del 53,1% nella fascia d’età 35-54) . Un’indagine Doxa commissionata da Ilas - Istituto Italiano Alimenti Surgelati – rivela però poca conoscenza su aspetti nutritivi, sicurezza e modalità di consumo dei prodotti “sotto zero”. Ecco perché, alla luce dei risultati di questa indagine demoscopica, Ilas ha stilato un decalogo con i 10 principali “Good To Know” sugli alimenti surgelati, per fare chiarezza su questi dubbi e sfatare i “falsi miti”

  • Ogni 100 euro per la spesa, quasi 10 destinati a prodotti ittici

    A rilevarlo sono recenti studi condotti dall’Istat ufficializzati nel corso della Prima Convention di Assoittica

    30/10/2018 18:10

    Per cento euro di spesa, quasi 10 sono destinati a prodotti ittici. A rilevarlo sono recenti studi condotti dall’Istat ufficializzati nel corso della Prima Convention di Assoittica, associazione nazionale delle aziende ittiche, rappresenta oltre 100 aziende italiane operanti, in tutto o in parte, all’interno del comparto ittico nazionale. Da un punto di vista strettamente numerico la percentuale della spesa destinata dalle famiglie italiane all’acquisto di generi alimentari è dedicata ai prodotti ittici è del 9,5%

  • Italiani "Fish Lovers": volano i consumi dei prodotti ittici "sotto zero"

    Nel comparto i consumatori prediligono il ‘pesce al naturale’ (+7% nel 2017), seguito da ‘mollame e crostacei’ (+6,7%),

    17/10/2018 16:17

    Si mangia sempre più pesce in Italia: nel 2017, ne abbiamo consumato complessivamente oltre 28 kg a testa ponendo il Paese al di sopra della media nella classifica europea e mondiale del consumo di prodotti ittici. Secondo i dati Ismea, lo mangiamo soprattutto fresco e decongelato, ma 1 volta su 5 lo scegliamo surgelato (17% dei consumi). Un trend, questo, che si attesta in continua crescita. L’Istituto Italiano Alimenti Surgelati (Iias) – ricorda che nel 2017 ne sono state consumate 113.400 tonnellate, con un aumento del +5% rispetto all’anno precedente. Insomma, gli italiani amano il pesce, indipendentemente che sia fresco o surgelato, e iniziano a mangiarlo già in tenera età

  • Glutine e lattosio: ingredienti evitati dal 74 per cento degli italiani

    A segnalarlo è l’Osservatorio Ixè. E' di 320 milioni di euro l’anno la cifra spesa dai connazionali per l’acquisto di cibi "senza"

    14/10/2018 12:38

    E’ alta la percentuale degli italiani sceglie cibi che riportano in etichetta la dicitura “senza…”: senza lattosio e glutine, senza conservanti e coloranti, senza Ogm, ma anche senza zucchero e sale. Per l’Osservatorio Ixè la preferenza è al 74%. In particolare il 45% predilige l’assenza dei conservanti, il 43% dei coloranti, il 38% cerca l’assenza degli Ogm, mentre la percentuale di persone che cercano alimenti senza glutine e senza lattosio arriva al 31%. Sono principalmente le donne a porre particolare attenzione alle materie acquistate, ma sono i più giovani (18-34 anni) e i giovani adulti (35-44) a rivelarsi dei veri cultori dei cibi “senza…”

  • Spesa alimentare: nella top ten degli acquisti la pasta è solo ultima

    La classifica è redatta da Ismea con il rapporto sulla competitività dell’agroalimentare italiano. Ammonta a 160 miliardi di euro la spesa per l'alimentazione nel 2017

    25/07/2018 16:51

    Ufficializzata da Ismea la top ten dei prodotti maggiormente acquistati nel 2017 dagli italiani. Sul podio troviamo l’ortofrutta fresca con un peso sulla spesa del 13,4%, le carni fresche (9,5%) e i formaggi (8,4%). A seguire salumi, ortofrutta trasformata, pesce, vino, latte, acqua in bottiglia e solo all’ultimo posto della top 10 la pasta. Ammonta invece a 160 miliardi di euro la spesa che gli italiani hanno destinato nel 2017 all’alimentazione e alle bevande sia a casa sia fuori dalle mura domestiche

  • Dal carrello al frigo, i consigli per la sicurezza

    Food Packaging Materials di Csi ricorda che tutti gli alimenti devono essere controllati durante l'intera filiera alimentare ma che, quando arriva sui banconi del supermercato, non vuol dire che il rischio di contaminazione sia nullo

    09/07/2018 18:00

    Dopo le uova contaminate con l'insetticida Fipronil, l'insalata con sospetto contagio di salmonella o il più recente caso dell'acqua in bottiglia con un'alta concentrazione di idrocarburi aromatici, il dubbio che gli alimenti che quotidianamente portiamo in tavola siano salubri è lecito. Secondo i dati del ministero della Salute del 2016, la percentuale di irregolarità emersa da un'analisi effettuata su 6785 campioni ortofrutticoli è pari allo 0.9%, in diminuzione rispetto all'anno precedente (1,4%).

Pagina 2 di 83

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion

AgroSpeciali