Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • Bibita con ghiaccio, sorvegliata speciale dell'estate

    Circa 1 locale su 4 produce e utilizza ghiaccio non conforme alle normative, risultando contaminato per una mancanza di attenzione igienica. Emerge da una ricerca condotta dall’Istituto nazionale ghiaccio alimentare

    14/07/2019 11:40

    Con l’estate le bibite con ghiaccio sono le super sorvegliate: circa 1 locale su 4 produce e utilizza ghiaccio non conforme alle normative, risultando contaminato per una mancanza di attenzione igienica nella fase della produzione, della conservazione e della manipolazione. Emerge da una ricerca condotta dall’Istituto nazionale ghiaccio alimentare (Inga), in collaborazione con l’assessorato alla Salute della Regione Sicilia e le Asp della Regione

  • Free from: rallentano le vendite, ma emergono nuovi fenomeni

    Si espandono i claim "senza zuccheri aggiunti" (+5,4% di vendite), "pochi zuccheri" (+5,1%), "senza glutammato" (+4,8%), "senza additivi" (+3,6%) e "poche calorie" (+2,5%)

    12/07/2019 17:50

    Rallentano nel 2018 le vendite dei prodotti "free from": (+0,1% contro il +2,3% del 2017). Pesano la staticità dell'offerta e la scomparsa su molti prodotti di alcuni claim tradizionali e molto importanti per giro d'affari, come "senza conservanti" (-4,0% di vendite), "senza coloranti" (-5,8%) e "senza grassi idrogenati" (-7,9%). Crescono però i claim "senza zuccheri aggiunti"

  • Frutta&latticini, ecco le sei ricette per vincere caldo e afa

    Proposte idee per abbinare la frutta estiva con latte, yogurt e formaggi. Per un pranzo light, un fuoripasto dissetante, un aperitivo insolito o un dessert sorprendente

    09/07/2019 19:51

    Sono un classico della tavola d’estate e della dieta mediterranea: cocomeri e meloni, pesche e albicocche, ciliegie e fragole conquistano con la loro freschezza, il loro sapore e i loro colori “vitaminici”. E sono anche un’ottima scelta per stare bene e rimanere in forma: studi recenti hanno rivelato che la frutta estiva aiuta a mantenere in salute il cuore, riducendo il rischio di ipercolesterolemia e di infarto. Se poi la frutta fresca viene abbinata ai latticini, il beneficio salutistico è doppio, come afferma Assolatte citando i risultati dello studio europeo Epic

  • L'etichetta con le tecniche di produzione piace ai consumatori

    Claim come “lievitazione naturale”, “estratto a freddo”, “essiccato” o “trafilato al bronzo” sono sempre più presenti sulle confezioni dei prodotti alimentari venduti nella distribuzione moderna

    04/07/2019 17:40

    L’andamento delle produzioni sarà anche lento, ma il trend che porta a evidenziare sulle confezioni le tecniche con cui sono ottenuti gli alimenti corre molto veloce. Claim come “lievitazione naturale”, “estratto a freddo”, “essiccato” o “trafilato al bronzo” sono sempre più presenti sulle etichette dei prodotti alimentari venduti nella distribuzione moderna. A misurare il fenomeno ci ha pensato la nuova edizione dell’Osservatorio Immagino: sui 72.100 prodotti di largo consumo monitorati, ben il 3,0% evidenzia in etichetta la tecnica o una particolare procedura con cui è stato realizzato.

  • Surgelati: a trainare le vendite sono i consumi “fuori casa” di frozen food

    Il 2018 conferma un mercato maturo e stabile. A indicarlo è l' Istituto Italiano Alimenti Surgelati, che ha presentato il “Rapporto annuale sui Consumi dei prodotti surgelati”

    13/06/2019 15:54

    Chiudono l’anno con una sostanziale stabilità (-0,3%) i prodotti surgelati, in linea con i volumi del biennio 2016-2017, quando invece fu registrato un forte boom di vendite. Nel 2018 sono state acquistate 838.580 tonnellate di prodotti “sottozero” (vs. le 841.500 del 2017), con i vegetali (398.310 tonnellate), l’ittico (112.700 tonnellate), le patate (145.760 tonnellate) e le pizze (91.450 tonnellate) che restano tra i prodotti più amati dal consumatore.

  • Meno salutismo, più edonismo: il piacere torna a guidare la spesa degli italiani

    E’ quanto emerge dall’’analisi della nuova edizione dell’Osservatorio Immagino che ha superato i 100 mila prodotti monitorati

    03/06/2019 15:20

    Con il 2018 la voglia di gratificazione torna a spingere gli acquisti più edonistici. Free from e italianità restano i fenomeni più rilevanti, ma rallentano e mostrano le prime criticità dopo anni di boom. Continua a migliorare il profilo nutrizionale medio del carrello della spesa degli italiani. E’ quanto emerge dall’’analisi della nuova edizione dell’Osservatorio Immagino che ha superato i 100 mila prodotti monitorati. Dall’analisi delle informazioni riportate sulle etichette di 100.093 prodotti digitalizzati dal servizio Immagino di Gs1 Italy

  • Più attenta e ricercata la spesa alimentare domestica nel 2018. "Healthy and easy" i principali driver

    Nel corso di tutto il 2018 sono i prodotti a largo consumo confezionati a trainare la spesa (+1,9%) mentre per i prodotti sfusi (il 32,1% del valore del carrello) la spesa si è contratta del 3,1%

    26/04/2019 17:05

    Frena nel 2018, rispetto al 2017, il trend di crescita della spesa delle famiglie per i prodotti alimentari. L’incremento si ferma allo 0,3% causa aumento prezzo. Il dato è rilevato dal monitoraggio Ismea-Nielsen. Nel corso di tutto il 2018 sono i prodotti a largo consumo confezionati a trainare la spesa (+1,9%) mentre per i prodotti sfusi (il 32,1% del valore del carrello) la spesa si è contratta del 3,1%.

  • Doc, spumanti e biologici sono i vini più acquistati nei supermercati

    La grande distribuzione si conferma come il canale di vendita di gran lunga più rilevante, con 619 milioni di litri per un valore di 1 miliardo e 902 milioni di euro

    03/04/2019 11:18

    I vini con maggior tasso di acquisto nei supermercati nell’anno passato sono i vini di qualità Doc e Docg, gli spumanti, i vini biologici ed i vini col marchio dell’insegna distributiva. La grande distribuzione si conferma come il canale di vendita del vino italiano di gran lunga più rilevante, con 619 milioni di litri per un valore di 1 miliardo e 902 milioni di euro. E’ quanto comunica Veronafiere alla vigilia di Vinitaly (7-10 aprile).

  • Bar, pizzerie e ristoranti: scontrino più salato per caffè, pause pranzo e cene

    Rispetto al 2018 aumenti dell'1,8% per i ristoranti e dell'1,5% per le pizzerie. Incremento moderato per la caffetteria (1,2%). La rilevazione è della Fipe

    27/03/2019 17:42

    Cresce il prezzo dello scontrino per bar pizzerie e ristoranti. Dall’’ultima rilevazione della Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe) emerge. per la ristorazione commerciale, una variazione dello 0,2% rispetto a febbraio 2019 e dell’1,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. A livello generale i prezzi al consumo aumentano dell’ 1,0%. L’inflazione acquisita per l’anno 2019 si attesta sull’1,0% per la ristorazione commerciale e sullo 0,8% per la ristorazione nel complesso. Nel dettaglio La caffetteria resta su un profilo inflazionistico moderato (+1,2%). I listini più vivaci sono quelli relativi alle bevande alcoliche al bar (+1,6%) e alla gelateria e pasticceria sial bar (+1,5%), che altrove (+2,0%).

  • In flessione la vendita dei vini. Si spera nel 2019

    Positivi i dati del primo bimestre 2019 dopo la flessione del 2018. Lo scorso anno bene spumanti e bio, tengono i vini doc, calano Igt, Generici e Brik. Tra i vini più venduti crescono Montepulciano d’Abruzzo, Muller Thurgau, Gutturnio e Primitivo

    12/03/2019 12:44

    Il mercato del vino italiano nella Grande distribuzione ha registrato una flessione nel 2018, ma si prevede una ripresa nel 2019. I dati relativi alle vendite nei mesi di gennaio e febbraio 2019, infatti, vedono i vini a denominazione d’origine aumentare del 5,3% (bottiglia da 0,75), mentre il totale del vino confezionato cresce dell’1,7% (a volume). Lo riferisce l’anticipazione della ricerca effettuata dall’istituto di ricerca Iri in esclusiva per Vinitaly 2019 (Verona, dal 7 al 10 aprile).

Pagina 1 di 83

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca

Multimedia

  • video

    Grimbergen, i monaci tornano a produrre birra dopo 220 anni

  • foto

    Bistrot 4.5, il valore aggiunto è l'ingrediente speciale

  • video

    ‘Diamoci un taglio, beviamoli in purezza’, due giorni di full immersion

AgroSpeciali