Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • Il cotechino doppia lo zampone

    Consumi in crescita del 9 per cento per i gustosti insaccati rispetto allo scorso, ma la preferenza degli italiani per la fine dell'anno va al prodotto che deve il suo nome alla cotenna di maiale

    28/12/2013 12:01

    Come da copione, per cotechini e zampone, è un successo annunciato: il prossimo 31 dicembre saranno serviti sulle tavole degli italiani quasi 6,5 chili dei preziosi e gustosi alimenti insaccati. A ipotizzare e formulare, per prima, il bilancio di consumo è Coldiretti . L’organizzazione di Palazzo Rospigliosi, in attesa dunque del normale e consueto balletto delle stime alimentari che saranno fatte da qui fino alla primo gennaio sul cenone di Capodanno dalle organizzazioni e associazioni agricole e dei consumatori, registra, nell’operazione di contabilità, un aumento negli acquisti del 9 per cento rispetto allo scorso anno

  • Il caviale non supera il confine nazionale. A tavola vincono i cappelletti in brodo

    Per la cena della vigilia e il pranzo di Natale gli italiani scelgono prodotti made in Italy complice la crisi. La spesa per il settore alimentare è stata di 2,6 miliardi, in diminuzione di un 8 per cento

    26/12/2013 11:41

    A Natale, come da pronostico, vincono i menù della tradizione e delle ricette del passato. La spesa, complice il momento di crisi, è stata per il Codacons di 2.6 miliardi. Cifra grosso modo confermata in 2,3 miliardi anche da Coldiretti che inizialmente, prima della cena della vigilia e del pranzo di Natale. aveva stimato acquisti per 3,9 miliardi. Tirando le somme si calcola che la spesa è diminuita di un 8 per cento.

  • Santa Claus: il lavoro ai fornelli costa oltre tre ore di lavoro

    Nel 37% delle famiglie si impiegano da due a tre ore, in quasi una su tre (30%) fra tre e cinque ore e nel 12% si arriva a superare le cinque ore. A evidenziarlo è lo studio “Il Natale sulle tavole degli italiani"

    25/12/2013 12:09

    Il pranzo di Natale costa in media oltre tre ore di lavoro ai fornelli nelle famiglie. A rilevarlo in queste ore dei lunghi festeggiamenti a tavola è Coldiretti. Il dato emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè “Il Natale sulle tavole degli italiani”. Lo studio evidenzia che nel 37 per cento delle famiglie si impiegano da due a tre ore, in quasi una famiglia su tre (30 per cento) fra tre e cinque ore e nel 12 per cento delle famiglie si arriva addirittura a superare le cinque ore.

  • Natale: in caduta libera i supermenù

    Secondo sondaggi delle associazioni di categoria gli italiani festeggeranno l’appuntamento natalizio mantenendo inalterati i riti alimentari consueti. Il budget medio resta poco sotto i 100 euro come nel 2012. Dal 3% all'1% la spesa da oltre 250 euro

    22/12/2013 10:45

    Tradizione rispettata anche in tempo di crisi. Secondo infatti sondaggi delle associazioni di categoria e dei consumatori gli italiani festeggeranno l’appuntamento natalizio mantenendo inalterati i riti alimentari consueti e adottati per l’occasione. La spesa media resta poco sotto i 100 euro come nel 2012 per un totale di spesa di 2,6 miliardi. Dall'analisi Confesercenti Swg emerge che il 91% degli adulti (oltre 43 milioni) celebrera' la Vigilia o il pranzo di Natale insieme ai parenti stretti con una spesa media sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno pari a 96 euro. Entrando nel merito dello studio si scopre che torna a salire la quota di italiani indirizzati verso una scelta low-cost, con una spesa contenuta entro i 75 euro

  • Ancora in perdita le vendite al dettaglio. In aumento i discount

    20/12/2013 14:26

    Nuovo calo per le vendite al dettaglio ad ottobre. La diminuzione è dell'1,6% su base annua. A registrarlo è l'Istat che segnala un sostanziale stallo su base mensile (-0,1%). La contrazione non risparmia il settore alimentare, che perde lo 0,2% su settembre e lo 0,6% rispetto allo scorso anno.

  • Ricette del passato e prodotti "glocal" nella carta del menù delle feste

    Prevista da Coldiretti per cene e cenoni di Natale e Capodanno una spesa intorno ai 3,9 miliardi. Pasti all'insegna del made in Italy e degli alimenti del territorio

    20/12/2013 11:23

    Anche per le feste di Natale e Capodanno 2013, nonostante il duro momento economico, non si rinuncia a preparare pranzi e cenoni. A segnalarlo, nell’analisi “Il Natale sulle tavole degli italiani”, è Coldiretti. Lo studio, presentato nel corso dell’assemblea nazionale, mette in evidenza le scelte di acquisto che sono indirizzate verso una spesa maggiormente qualificata. In particolare si segnala una netta preferenza nei confronti di prodotti del territorio locali e Made in Italy che si esprime sempre di più attraverso la preparazione delle ricette del passato

  • Il pasto veloce e fuori casa non trova il gradimento degli italiani

    A rilevarlo è l’Istat nell'Annuario statistico italiano 2013. In oltre sei casi su dieci il pranzo viene consumato nella propria abitazione. La quota più bassa si registra tra gli uomini di 35-44 anni (52,2%)

    19/12/2013 17:59

    L’abitudine del pasto veloce fuori casa non prende piede in Italia. A rilevarlo è l’Istat nell'Annuario statistico italiano 2013. Nel 2013 – si spiega- il pranzo resta il pasto principale e in oltre sei casi su dieci viene consumato a casa. La quota più bassa si registra tra gli uomini di 35-44 anni (52,2%). Fortemente diffusa e stabile nel tempo è anche la consuetudine a fare una colazione "adeguata" al mattino: circa otto persone su 10 abbinano al caffè o al tè alimenti nutrienti come latte, biscotti, pane.

  • Cene e cenoni, il Natale è più sicuro con il controllo dell'etichetta alimentare

    In vista dei preparativi dei festeggiamenti per le festa di Natale e Capodanno l’avviso da parte degli organismi di controllo è quello di controllare, nell'acquisto dei prodotti, gli ingredienti e l’origine

    15/12/2013 11:19

    Occhio alla spesa. E’ questo il messaggio che arriva in queste ore da tutte le autorità preposte e dal ministero per le Politiche agricole alimentari e forestali in vista dei preparativi di cene e cenoni per le festa di Natale e Capodanno. L’avviso è quello di controllare, nell'acquisto dei prodotti, gli ingredienti, l’origine alimentare e soprattutto di guardare bene tutte le informazioni riportate in etichetta.

  • Super-food, ecco la lista del cibo anti-panettone e gastronomia natalizia

    Arrivano dalla Washington University i consigli sugli alimenti da consumare nel periodo delle feste utili a mantenere la forma fisica

    10/12/2013 16:37

    Arriva la lista dei “super-food” per chi a Natale vorrà mantenere linea e condizioni fisiche perfette. Il vademecum per chi deciderà di dire addio a panettoni, pandori, torroni e tutti gli altri dolci delle feste arriva dalla Washington University. I nutrizionisti, con l’obiettivo di favorire una gestione degli eccessi della tavola natalizia, consigliano cereali integrali come farina di avena oppure pane integrale, te' e latte caldi, noci, mandorle e pistacchi, cibi ricchi di vitamina C

  • Gastronomico il regalo più "gettonato" delle festività natalizie

    Secondo un'indagine di Confcommercio tre italiani su quattro faranno un regalo alimentare. Perde appeal il vino. Il panettone resta il Re della tavola per una spesa complessiva di mezzo miliardo

    08/12/2013 12:13

    E’ il prodotto gastronomico il regalo più “gettonato” per il Natale 2013. Secondo un'indagine di Confcommercio in collaborazione con Format Ricerche sugli acquisti e le intenzioni di spesa degli italiani per le prossime festività natalizie tre italiani su quattro faranno regali "gastronomici" seguiti da giocattoli e giochi per bambini (61%); bene anche libri, smartphone e prodotti per la cura della persona, in aumento rispetto al 2012; mentre articoli di abbigliamento, calzature e vino, ma anche regali più importanti, come elettrodomestici e viaggi. Quasi 6 italiani su 10 sono intenzionati comunque a spendere complessivamente meno rispetto allo scorso Natale e aumentano gli acquisti di importi minimi. Anche Coldiretti conferma la tendenza segnalando che il 58 per cento degli italiani comprerà nei mercati di Natale.

Pagina 38 di 90

Naviga tra le pagine

  1. 28
  2. 29
  3. 30
  4. 31
  5. 32
  6. 33
  7. 34
  8. 35
  9. 36
  10. 37
  11. 38
  12. 39
  13. 40
  14. 41
  15. 42
  16. 43
  17. 44
  18. 45
  19. 46
  20. 47
  21. 48

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno

AgroSpeciali