Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza dei cookie. In particolare il sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti che consentono a queste ultime di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Home » Filiera Corta

Filiera Corta

  • I prodotti low cost entrano nel paniere Istat

    Per il calcolo dell'inflazione 2014 l'Istituto di statistica terrà in considerazione il formaggio grattugiato in busta sulla base delle novità emerse nelle abitudini di spesa delle famiglie

    04/02/2014 15:59

    Formaggio grattugiato in confezione, formaggio spalmabile in confezione, caffè in cialde o capsule, macchina da caffè in cialde o capsule sono le new entry, per il 2014, del paniere che Istat ha rivisitato per il calcolo dell'inflazione. Entrano inoltre nella gamma dei prodotti anche i sacchetti ecologici per rifiuti organici, la sigaretta elettronica e le ricariche

  • Sei italiani su dieci portano in tavola cibi scaduti

    La Coldiretti, tramite il risultato di un proprio sondaggio, segnala che il 34 per cento dei rispondenti ha mangiato alimenti fino ad una settimana dopo la data di scadenza, il 15 per cento fino ad un mese e l’8 per cento anche oltre

    01/02/2014 17:59

    Alimentazione sana in declino in Italia. Nel Paese delle eccellenze enogastronomiche si scopre che sei italiani su dieci (59 per cento) nell’ultimo anno hanno mangiato cibi scaduti con rischi rilevanti per la salute e con il sicuro risultato di portare in tavola alimenti che hanno perso le proprie caratteristiche di gusto o aroma, ma anche nutrizionali. Motivo del comportamento? La crisi economica di questo ultimo periodo.

  • La pasta torna ad essere il "bene rifugio" come nel dopoguerra

    Causa la crisi economica- segnala Eurispes nel Rapporto 2014- gli italiani cambiano le modalità di acquisto alimentare con una diminuzione di vendite del 10 per cento. In netta diminuzione gli sprechi a tavola che passano dal 30 al 7 per cento

    30/01/2014 13:24

    Gli acquisti alimentari negli ultimi cinque anni sono diminuiti di un 10 per cento per un importo pari a 20 miliardi di euro in meno. A stabilirlo è l’Eurispes nel Rapporto 2014 realizzato con un’indagine 2012 tramite dati di Federalimentare. Dall’analisi emerge una crescita dell'acquisto di pasta, in quanto bene economico che permette di mettere a tavola un pasto soddisfacente.

  • "Stessa faccia, stessa razza", lo yogurt greco conquista gli italiani

    Secondo le stime di Assolatte, nell’ultimo anno, le vendite del "colato" ellenico sono cresciute del 38%. Un trend significativo per un prodotto che resta di nicchia, poiché rappresenta il 3% circa degli acquisti nazionali

    29/01/2014 09:35

    Sarà una preferenza condizionata dal mantra ”stessa faccia, stessa razza”, ma agli italiani lo yogurt greco piace sempre di più. Secondo le stime di Assolatte, nell’ultimo anno le vendite di yogurt colato, definito tecnicamente colato, sono cresciute del 38%. Un trend significativo per un prodotto che resta comunque di nicchia, poiché lo yogurt colato rappresenta il 3% circa delle vendite italiane di yogurt.

  • Colazione nel dimenticatoio per il gentil sesso

    Un sondaggio su duemila donne, svolto in occasione della Farmhouse Breakfast Week, segnala che una su tre salta al mattino "l'appuntamento" con uno dei pasti più importanti della giornata

    27/01/2014 16:47

    La colazione non sembra rientrare tra le priorità delle donne. A dimostrarlo è un recente sondaggio su duemila donne inglesi, svolto in occasione della Farmhouse Breakfast Week, evento organizzato questa settimana da Hgca, organizzazione che collabora con il ministero dell'Agricoltura del Regno Unito. per sensibilizzare sull'importanza sul primo pasto della giornata.

  • La mela è il frutto preferito dagli italiani

    Nella classifica del gusto- secondo un'analisi Coldiretti- entrano anche arance, pere, pesche, clementine, meloni, uva e kiwi. Dati negativi per gli acquisti di ortofrutta: - 100 chili rispetto al 2000

    25/01/2014 15:02

    Il frutto preferito dagli italiani è la mela. A ruota, in ordine di piazzamento, seguono le arance, le pere, le pesche, clementine, meloni, uva e kiwi. Tra gli ortaggi e le verdure la star assoluta in tavola è la patata seguita dai pomodori, dalle insalate, dalle zucchine e dalle carote. A scegliere la mela sostiene Coldiretti è un connazionale su quattro

  • Alimentare: vendite al dettaglio ancora in sofferenza

    Nel confronto con i primi undici mesi del 2012, nel periodo gennaio-novembre 2013, si registra-segnala Istat- una diminuzione del 2,1%. Flessione dell'1,0% per gli acquisti di cibo

    24/01/2014 12:35

    Piccolo aumento delle vendite al dettaglio dei prodotti alimentari a novembre. L’incremento su ottobre 2013, che di certo non entusiasma, è dello 0,2 per cento. Il marginale aumento su base annua- segnala Istat, e' invece sintesi di un incremento dell'1,5% registrato per le vendite di alimentari. L’analisi specifica inoltre che per tutti i settori le vendite al dettaglio sono ferme a novembre. L'indice calcolato registra una variazione nulla su base congiunturale per un incremento dello 0,1% su base tendenziale. Nella media del trimestre settembre-novembre si ha una flessione dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti.

  • Uova, farina e miele nella ricetta scaccia-crisi

    Crescono in percentuale di acquisto le materie prime utili alle preparazioni alimentari fatte in casa. In aumento il "pane casalingo":+18%

    19/01/2014 15:08

    Il “fai da te” sembra ormai un’amara consuetudine nelle case degli italiani in periodo di crisi. Secondo ultime analisi nella borsa della spesa si trovano sembra più materie prime come farina, uova e preparati per dolci che generi voluttuari. Ad assicurarlo è soprattutto è Coldiretti che nei calcoli relativi ai primi nove mesi del 2013 evidenziano un aumento record della spesa per miele (+12 per cento), farina (+7 per cento), uova (+5 per cento) ma anche dei preparati per dolci (+6 per cento). L'incremento è controtendenza rispetto al calo complessivo degli acquisti alimentari stimato pari al 4 per cento.

  • Spreco di cibo, cresce il sentimento della consapevolezza all'acquisto

    Secondo l'Osservatorio Waste Watcher promosso da Last Minute Market è cresciuta di sette punti percentuali l'attenzione familiare alla spesa alimentare

    16/01/2014 14:54

    E’ salita al 52%. la quota di italiani che fanno attenzione a non sprecare cibo. A rilevarlo è l'Osservatorio sugli sprechi alimentari delle famiglie italiane Waste Watcher promosso da Last Minute Market, Swg e dipartimento di Scienze e tecnologie agroalimentari dell'Universita' di Bologna. Le ultime analisi effettuate nel 2013, riportate nel rapporto Waste Watcher 2013, registravano che il 45% degli italiani aveva sensibilmente diminuito lo spreco del cibo acquistato e poi sprecato rispetto al 2012, oggi il dato e' salito appunto al 52%.

  • Istat, frena l'inflazione nel 2013

    14/01/2014 14:20

    Il tasso d'inflazione medio annuo per il 2013 e' pari all'1,2%, in decisa frenata rispetto al 3,0% registrato nel 2012. A rilevarlo è l'Istituto nazionale di statistica (Istat), confermando le stime e aggiungendo che si tratta del livello piu' basso dal 2009, ovvero da quattro anni.

Pagina 36 di 90

Naviga tra le pagine

  1. 26
  2. 27
  3. 28
  4. 29
  5. 30
  6. 31
  7. 32
  8. 33
  9. 34
  10. 35
  11. 36
  12. 37
  13. 38
  14. 39
  15. 40
  16. 41
  17. 42
  18. 43
  19. 44
  20. 45
  21. 46

Cerca

Multimedia

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 4 luglio

  • foto

    Cristina Cattaneo e Daniela Gazzini, sesto centro profesionale. Aprono Le Serre - Botanical Garden Restaurant

  • video

    Tg Agricoltura. Edizione 27 giugno

AgroSpeciali